Ftse Mib alle prese con una white spinning top. Le big cap sotto i riflettori

A
A
A
di Pietro Di Lorenzo 20 Gennaio 2020 | 08:45

Il FtseMib ha disegnato una candela white spinning top che tocca i massimi dal 16 maggio 2018. L’indice si riporta sopra la resistenza chiave rappresentata dai 24.000 punti spinto dalla firma alla Fase Uno dell’accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina.

Lunedì ci attendiamo una seduta con volumi e volatilità in contrazione a causa della chiusura di Wall Street. A partire da martedì gli occhi torneranno puntati in Usa per la pubblicazione delle trimestrali di diverse Blue Chips; martedì avremo i numeri di Netflix e United Airlines Holdings; Mercoledì: Johnson & Johnson e Texas Instruments mentre giovedì American Airlines, First Financial Bancorp, Intel, Procter & Gamble e Stmicroelectronics. Infine venerdì American Express e Ericsson.

Fra gli eventi price sensitive della settimana c’è  la riunione della BCE di giovedì 23 e la conferenza stampa del Presidente Christine Lagarde che potrebbe regalare grande volatilità ai mercati.

Operativamente, abbiamo in portafoglio un titolo Editoriale che tenta il rimbalzo da un solido supporto statico. Lunedì non incrementiamo l’esposizione in quanto nelle sedute con volumi ridotti i falsi segnali sono più frequenti. Per un ulteriore approfondimento puoi consultare gli articoli/video più popolari in questa pagina.

Tra i titoli interessanti in ottica di breve termine segnaliamo

Inversione della forza relativa (+6.65% nelle ultime 5 sedute) per Campari  che fornisce un solido segnale rialzista, superando la resistenza in area 8.5 euro con una candela long white che esplode nei volumi e nella volatilità. Possibile un ulteriore allungo verso 9 euro.

Ci attendiamo volatilità su STM in attesa dei risultati previsti per giovedì. Il livello tecnico da monitorare è 25.5 euro.

Torna al centro dell’interesse del mercato A2a disegnando una candela white Marubozu sostenuta da volumi importanti (scambiate oltre 16 milioni di azioni). Il superamento di 1.8 euro potrebbe calamitare nuovi acquirenti.

Prosegue la corsa Enel che si apprezza del 9.23% nelle prime 13 sedute dell’anno riportandosi su livelli che non vedeva da quasi 20 anni (giugno 2020). Attendiamo un rapido pull back al fine di individuare un punto di ingresso a più basso rischio.

Si riporta sui massimi assoluti per Ferrari. La formazione di nuovi top (con il superamento di 158.3 euro) potrebbe innescare una ulteriore accelerazione.

Amplifon consolida sotto la resistenza chiave passante in area 26.8 euro. Una chiusura superiore a questo livello, fornirà un solido segnale di continuazione rialzista.

A cura di www.sostrader.it

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, A2a: Standard Ethics conferma rating e outlook

Mercati, utility: le azioni per sfruttare il nuovo disegno legge

A2a, Standard Ethics migliora l’outlook a “Positivo”

NEWSLETTER
Iscriviti
X