StMicroelectronics, trimestrale e guidance piacciono al mercato

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 23 Gennaio 2020 | 10:30

Riflettori puntati su StMicroelectronics, Cina permettendo. In una giornata che potrebbe rivelarsi molto volatile a causa della caduta dei listini cinesi dopo la decisione di Pechino di mettere un blocco alla circolazione nell’intera città di Wuhan per arginare la diffusione dell’influenza mortale scoppiata nelle scorse settimane, a Piazza Affari va in scena la trimestrale di StM, che a mercati chiusi ha annunciato di aver chiuso il quarto trimestre con un utile netto di 392 milioni di dollari (-6,2% su base annua), pari a 0,43 dollari per azione (il consensus si attendeva 37 centesimi per azione) su ricavi pari a 2,75 miliardi (+4%), a fronte di attese di consenso pari a 2,68 miliardi, con un margine lordo del 39,3% (dal 40% di un anno prima).

Il produttore italofrancese vede inoltre ricavi per 2,36 miliardi nel primo trimestre 2020 (+13,7% su base annua ma in calo del 14,3% rispetto al trimestre appena concluso), più o meno 350 punti base. Il margine lordo è atteso pari al 38% dei ricavi con un impatto di circa 80 punti base per oneri di sottoutilizzo della capacità produttiva, più o meno 200 punti base. Anche in questo caso il dato è migliore delle attese di consenso, finora pari a 2,25 miliardi. Per l’intero 2020 StM prevede circa 1,5 miliardi di investimenti a supporto di iniziative strategiche ed una crescita dei ricavi verso l’obiettivo di medio termine di 12 miliardi di dollari annui.

Numeri che piacciono al mercato tanto che dopo i primi minuti di contrattazione a Piazza Affari StMicroelectronics guadagna circa il 4,5% oscillando sui 26,5 euro per azione quando è passato di mano il primo milione e mezzo di pezzi, dopo un picco di 27,06 euro visto in apertura. Commentando i dati gli analisti di Equita Sim notano come livello tra le divisioni il maggiore contributo alla crescita sia venuto “dal segmento analogico, sensori (+12% rispetto al precedente trimestre) e microcontrollori (+8% trimestrale), mentre la divisione automotive e dei discreti di potenza è cresciuta sotto la media di gruppo (+3% trimestrale)”.

Il giudizio degli analisti su StMicroelectronics

Piace anche il margine lordo, “risultato pari al 39,3%, oltre 100 punti base sopra la guidance (38,2%) grazie a mix ed efficienze produttive”. A sua volta l’Ebit a 460 milioni “è risultato il 14% meglio delle attese, generando un margine operativo del 16,7%” e anche la generazione di cassa ha fornito sorprese positive. commentano gli analisti. Le stime per il primo trimestre e quelle sulle spese per investimenti (“alte quindi a fronte di design wins”) secondo Equita Sim dovrebbero giustificare “una revisione positiva sulla stima di ricavi per il 2020”. Per ora però il rating resta “hold”, con prezzo obiettivo pari a 23,5 euro, appena inferiore al target price di consenso (24 euro).

Positivi anche gli analisti tecnici che seguono il titolo e che suggeriscono di accumularlo in portafoglio. A brevissimo è da mettere in conto una certa volatilità, ma il trend primario si conferma rialzista e quello secondario neutrale o moderatamente positivo. Positività segnalata anche a breve-medio termine, come confermano quotazioni che si mantengono sopra la media mobile lenta. Lo stocastico già ieri era situato parte superiore della propria fascia di oscillazione, così come l’indicatore di forza relativa (Rsi) ed entrambi potrebbero avvicinarsi o entrare in area di ipercomprato se la giornata odierna si chiuderà con quotazioni sul livelli visti in avvio.

Lasciatosi con decisione alle spalle il livello di stop loss di 24,9, StMicroelectronics sembra dunque poter proseguire un cammino che ha già portato il titolo a raddoppiare le quotazioni nell’ultimo anno. Se non interverranno imprevisti che possano riavvicinare il titolo alla stop loss o anche sospingerlo verso i supporti sottostanti (a 24,7 e a 24,55 euro, rispettivamente), il titolo dopo lo strappo al rialzo in apertura potrebbe veder scattare qualche moderata presa di profitto e riposizionarsi a ridosso delle resistenze, ora da leggere come potenziali supporti, che per stamane erano indicate in area 26-26,1 euro (25,7 euro in caso di più decise prese di profitto).

La performance in Borsa di StMicroelectronics negli ultimi 12 mesi

A cura di Luca Spoldi, Cefa, 6 In Rete Consulting Ceo (www.6inrete.it)

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Vaccini, spauracchio terza dose. Il possibile impatto sui mercati

Cina, come sfruttare la crescita monstre con gli Etf giusti a Piazza Affari

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi degli analisti da Anima a Stellantis

NEWSLETTER
Iscriviti
X