Ipo e Pir per finanziare la crescita: l’evento di IR Top Consulting e Integrae Sim dedicato ai Ceo

A
A
A
Avatar di Stefano Fossati 24 Gennaio 2020 | 14:15

IR Top Consulting, advisor finanziario per la quotazione in Borsa e Integrae Sim, Nominated Advisor su Aim, organizzano un evento congiunto sul tema “La quotazione in Borsa e l’impatto dei Pir: finanziare la crescita del tessuto industriale italiano”.

L’evento è riservato agli Amministratori Delegati delle aziende italiane non quotate e si svolgerà il prossimo 4 marzo alle 18.00 a Milano presso la sede di IR Top Consulting (via Bigli 19).

Spiega Anna Lambiase, Fondatore e Ceo di IR Top Consulting: “Per il 2020 stimiamo una crescita delle Ipo delle Pmi che potranno ancora beneficiare del Credito di Imposta sui costi di quotazione, con una misura stanziata dal Governo pari a 30 milioni di euro: tecnologia e lifestyle sono i nostri settori in pipeline che ci vedranno advisor finanziario nel percorso di affiancamento alla quotazione delle aziende che ci ha visto supportare il 22% delle quotazioni su Aim Italia nel 2019 con una raccolta per 42 milioni di euro. La nostra divisione Ipo Advisory affianca l’imprenditore nella verifica dei requisiti formali e sostanziali di ammissione al mercato Aim Italia e della fattibilità del processo di quotazione in Borsa con valutazione preliminare. Definisce struttura dell’offerta, l’Equity story e seleziona i soggetti coinvolti nel processo di Ipo, coordinando tutte le attività di quotazione. Abbiamo appena compiuto 18 anni di consulenza sul mercato dei capitali e la nostra esperienza è da sempre il corporate finance per aziende, quotande e quotate”.

“I ruoli di Advisor Finanziario e Nomad sono fondamentali per il successo delle operazioni di Ipo sul mercato Aim – aggiunge Luigi Giannotta, Direttore Generale di Integrae Sim – e questo evento congiunto con i due attori leader del mercato ci permette di coinvolgere gli imprenditori nella valutazione dell’alternativa della quotazione per rispondere ai loro fabbisogni di capitali per la crescita. In un contesto di mercato azionario caratterizzato da un importante afflusso di liquidità grazie ai Pir gli investitori cercano aziende con business model sostenibili, buoni fondamentali, elevata propensione all’innovazione e importanti strategie di sviluppo. La quotazione consente, oltre il reperimento di capitali, anche di avere una fortissima visibilità mediatica che rafforza il brand”.

Sempre di più il contesto competitivo impone alle aziende italiane di crescere: svilupparsi in Italia e all’estero, ampliare la propria quota di mercato, investire in innovazione e tecnologia. Obiettivo dell’incontro formativo è testimoniare come l’accesso al mercato dei capitali rappresenti lo strumento finanziario più efficace per raccogliere capitale a sostegno dei propri progetti di sviluppo.

Aim Italia è il mercato di Borsa Italiana dedicato alle Pmi con importanti progetti di crescita e si distingue rispetto al mercato azionario principale (Mta) per minori requisiti di quotazione, tempi di accesso inferiori e minori costi complessivi: a 10 anni dalla nascita si conferma il canale di finanziamento privilegiato per le Pmi con una raccolta complessiva pari a 3,9 miliardi di euro che ha finanziato oltre 130 Pmi.

All’eveto interverranno Anna Lambiase, Amministratore Delegato di IR Top Consulting, che ha accompagnato numerose Pmi su Aim Italia svolgendo il ruolo di Advisor Finanziario, e Luigi Giannotta, Direttore Generale di Integrae Sim, leader in Italia per numero di operazioni di quotazione su Aim Italia con il ruolo di Nomad e Global Coordinator. Seguirà la testimonianza di Diego Nardin, Ceo di Fope, azienda orafa italiana protagonista nel settore della gioielleria di alta gamma quotata su Aim Italia.

Anna Lambiase affronterà i temi della valutazione aziendale, dei costi e del processo di quotazione e illustrerà i casi di aziende seguite nel percorso su Aim. La presentazione sarà preceduta da una conferenza stampa nella quale la stessa Lambiase illustrerà lo studio “Pir di terza generazione: stima dell’impatto su Aim Italia per il 2020 ed effetti nel triennio 2020-2022”, realizzato dall’ufficio studi IR Top Consulting a seguito dell’introduzione per i Piani Individuali di Risparmio, costituiti a decorrere dal 1° gennaio 2020, dell’obbligo di investire il 5% del 70% (ovvero il 3,5%) del valore complessivo in strumenti finanziari di imprese diverse da quelle inserite nell’indice Ftse Mib e Ftse Mid della Borsa italiana o in indici equivalenti di altri mercati regolamentati. Sulla base di una previsione dell’impatto complessivo dei Pir, pari a 3 miliardi di euro nel 2020, l’ufficio studi IR Top Consulting stima per il triennio 2020-2022 un incremento medio annuo del 30% nel numero di Ipo.

Luigi Giannotta illustrerà i vantaggi dell’accesso al mercato dei capitali e le tempistiche della quotazione in Borsa. Diego Nardin esprimerà il punto di vista dell’azienda quotata con successo su Aim: la società è approdata sul mercato nel novembre 2016, registrando nel 2019 ricavi pari a 35 milioni di euro, con un Cagr 2016-2019 pari a +15%; oggi capitalizza oltre 40 milioni di euro e registra una performance da Ipo del 214%.

L’evento è gratuito a numero chiuso: obbligatoria l’iscrizione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Cina, come sfruttare la crescita monstre con gli Etf giusti a Piazza Affari

Mercati, Cina e Usa: la loro crescita sostiene quadro positivo globale

Investimenti, Giappone: utili e azioni attesi in crescita

NEWSLETTER
Iscriviti
X