Libri – Cosa insegna la crisi economica

A
A
A
di Redazione 4 Dicembre 2009 | 10:45
Da pochi giorni in libreria “Wall Street: la stangata” di Fabio Tamburini e Gianfilippo Cuneo. Un libro che spiega quali insegnamenti trarre dalla crisi economica.

Cosa si è imparato dalla crisi economica? E soprattutto che cosa è successo durante la crisi? A domandarselo e cercare di darne una risposta è Fabio Tamburini, giornalista de Il Sole 24 Ore, in collaborazione con Gianfilippo Cuneo, consulenti d’impresa e gestore di fondi d’investimento, nel libro “Wall Street: la stangata”  edito da Baldini Castoldi Dalai.

 

Il saggio ripercorre la crisi economica cercando di mettere in luce quali insegnamenti si possono ricavare dall’attuale contesto economico e quali sono le opportunità che cela questa crisi economica. In particolare per Cuneo sono quattro gli elementi su cui porre l’attenzione: 

 

– Le virtù del capitalismo anglosassone sono state celebrate a lungo perché ha vinto il mito delle grandi corporation che seguono le regole del profitto e del mercato ma la realtà, andando a scavare dietro la facciata, era ben diversa.

 

– I falsi in bilancio continuano a pesare. C’è tutto un mondo, dietro alle quinte dei numeri ufficiali, che non si conosce e che a volte risulta sorprendente perfino agli addetti ai lavori.”

 

– L’industria del risparmio è finita a pezzi dimostrandosi qual è, e cioè una industria per lo sfruttamento del risparmio.”

 

– Il peccato capitale è stato dei banchieri, che hanno smesso di fare il loro mestiere: calcolare il rischio dei finanziamenti e prestare i soldi in base alla capacità delle imprese di ripagare il debito. Invece hanno preferito seguire logiche puramente speculative per ottenere profitti sempre più elevati.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X