Finanziaria, emendamento omnibus

A
A
A
di Giacomo Berdini 4 Dicembre 2009 | 12:30
È stato presentato un documento che contiene 30 rettifiche alla finanziaria raccolte dalla maggioranza. Tra le proposte un rimborso alle ronde cittadine oltre che un minitaglio all’Inps e una cedolare secca per l’Aquila.

Arriva l’emendamento omnibus, presentato dal relatore alla Finanziaria 2010 Massimo Corsaro, un documento che raccoglie tutte le proposte delle maggioranza.

La rettifica contiene, tra le altre cose, una proposta di soluzione per la distribuzione delle risorse ricavate dalla vendita degli immobili confiscati alla Mafia, oltre che il progetto di stanziamento di 500 milioni al ministero della Difesa per il finanziamento delle missioni internazionali di pace, esigenza rinvigorita dall’appello del presidente americano Barack Obama.

All’interno della varie proposte della maggioranza spicca l’idea dello stanziamento di fondi a disposizione dei Comuni per rimborsare i volontari delle ronde, movimenti cittadini che hanno ben presto rivelato tutta la loro inefficacia. Per quanto riguarda invece la ripartizione del gettito dello scudo fiscale emerge un dato in calo nelle previsioni delle risorse, che scendono a 3,2 miliardi rispetto ai 3,7 preventivati. Secondo le mozioni pervenute 400 milioni saranno destinati al 5xmille, e altrettanti all’autotrasporto, altri 350 milioni all’Università.

L’emendamento omnibus, comprensivo di 30 provvedimenti, propone inoltre l’introduzione in via sperimentale di un’aliquota secca al 20% sugli affitti per l’Aquila, la restituzione delle somme perse dai risparmiatori che hanno comprato azioni e obbligazioni Alitalia, delle modifiche di Basilea 2 e un mini condono Inps con uno sconto del 40% sulle sanzioni legate a contributi e premi maturati al 31 ottobre 2009. Otre 300 milioni gli stanziamenti previsti per la messa in sicurezza delle scuole e 200 per il credito alla ricerca.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati emergenti, la partita si gioca sempre sulla politica

La situazione italiana e i nuovi bond governativi e corporate sotto la lente

Semafori verdi e dossi rallentatori per i mercati finanziari. La view di Fugnoli (Kairos)

NEWSLETTER
Iscriviti
X