Marzocchi Pompe, l’Ebit crolla del 54%. L’analisi di Market Insight

A
A
A
Avatar di Stefano Fossati 5 Febbraio 2020 | 10:00

A cura di Market Insight

Marzocchi Pompe raccoglie 8 milioni con l’approdo in Borsa dello scorso luglio e predispone un piano di investimenti ambizioso, ma i conti risentono delle problematiche presenti nel comparto auto e nel primo semestre 2019 mettono in luce una diminuzione dei ricavi del 7% a 21 milioni, seguita da un calo di oltre il 16% a 3,9 milioni dell’Ebitda ed un crollo del 54% a 1,3 milioni dell’Ebit.

Modello di business

Marzocchi Pompe è attiva da quasi sessant’anni nella progettazione, produzione e commercializzazione di pompe e motori ad ingranaggi ad elevate prestazioni, destinati ai settori Industriale, Mobile e Automotive. La società si avvale di un network distributivo internazionale dislocato in oltre 50 Paesi .

La società bolognese ha raggiunto la leadership nella propria nicchia di mercato grazie alle elevate prestazioni ed alla grande affidabilità che caratterizzano la gamma di prodotti, in grado di coprire la maggior parte delle esigenze del mercato in termini di cilindrate ed interfacciamento.

Il prodotto di punta della società, coperto da due brevetti, è rappresentato dalla famiglia di pompe denominata Elika, pompa a rotori elicoidali coniugati estremamente silenziosa che può essere usata in molte applicazioni, anche al posto di pompe non a ingranaggi esterni, certamente più costose.

Il business di Marzocchi Pompe è inoltre caratterizzato da un processo produttivo fortemente verticalizzato, che permette di realizzare internamente la maggior parte dei componenti chiave del prodotto, tramite lavorazioni tecnologicamente all’avanguardia ed in gran parte automatizzate.

Per continuare a leggere l’analisi di Market Insight clicca qui.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Dopo la Serie A, Dazn pensa all’Ipo in Borsa

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Banca Mediolanum a Telecom

Etf, da Ubs AM un innovativo prodotto sul Nasdaq cinese

NEWSLETTER
Iscriviti
X