Borse – Dopo la Cina e il Brasile alla guida delle Ipo torna l’Europa

A
A
A

Un’analisi condotta da Ernst & Young mostra che nel corso del 2009 la maggior parte delle operazioni è stata effettuata in Asia e Sud America. Ma per SocGen l’Europa trainerà il 2010.

Avatar di Marcella Persola11 dicembre 2009 | 12:15

Quanto ci piace la Borsa. Dopo che nella prima metà del 2009 le attività relative alle IPO hanno attraversato un fase di stagnazione nella seconda metà dell’anno in corso il mercato si è rivitalizzato. A confermarlo è Il Global IPO Update realizzato dalla società di consulenza Ernst& Young che illustra come a guidare le operazioni siano stati principalmente i mercati asiatici e del Sud America.

Nel dettaglio le IPO registrate sono state pari a 459, in netto calo rispetto alle 740 del 2008. Tuttavia il capitale raccolto a livello globale è stato di 94.9 miliardi di dollari in linea con quanto registrato nel 2008 (94.6 miliardi). Inoltre dei 94.9 miliardi, 68.8 miliardi di capitale sono stati realizzati in Asia e Sud America, mercati che rappresentano circa il 72% del valore totale delle IPO nel 2009.

Per quanto riguarda le aree geografiche il Nord America ha subito un rallentamento del 38% dei capitali raccolti complessivamente che, da 26 miliardi di dollari del 2008 sono passati a 16.6 miliardi di dollari nel 2009. Le IPO europee rappresentano solo il 10% dell’attività mondiale, contro il 22% del 2008. Anche il valore delle operazioni in Medio Oriente si è drasticamente ridotto con solo 16 operazioni.

Per quanto riguarda i settori invece, molte le IPO sono state realizzate nel settore industriale con 77 operazioni, seguono i materiali (68), e alta tecnologia (55). Tra quelle che hanno raccolto maggior capitale sicuramente Banco Santander Brazil SA, con 7,3 miliardi di dollari. E tra le principali borse dell’anno in termini di capitale raccolto al top troviamo Hong Kong, seguita da New York Stock Exchange e Shanghai Stock Exchange.

Ma l’Europa avrà la sua rivincita. Infatti secondo un’analisi condotta da Societe Generale Capital Markets, l’anno prossimo si assisterà ad una accelerazione dei collocamenti di società in borsa proprio nel Vecchio Continente. La stima della banca è che il valore complessivo del mercato europeo delle emissioni di prestiti e bond sia attorno a 1.200 miliardi di euro per il 2010.

In particolare la banca si attende 8-10 matricole in Germania e prevede che primeggino tra i collocatori i fondi di private equity assetati di liquidità.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Oggi su BLUERATING NEWS: affare Commerz, Eurizon in Lussemburgo

Borse, BlackRock aspetta il rally

Day after Bce, titoli bancari col fiato corto

Borse‎, l’incertezza politica minaccia i listini mondiali

Il G20 da la scossa alle borse

Borse mondiali, ottobre rosso: il calo è di 7000 mld

Pictet Asset Management, Roadshow invernale ai nastri di partenza

Joseph Little (Hsbc Global Asset Management): spazio ai portafogli diversificati

Da Swiss Re a Generali, assicurativi aprono in ripresa in Europa

Bank of America: a questi livelli è sempre più concreto il rischio “bolla”

Corea del Nord, i mercati non credono all’escalation militare

Borse europee aprono in leggero rialzo, occhio a Bce e Fed

Ubs: puntare sui mercati asiatici, ma in modo selettivo

La Bank of England non usa toni da “falco”, lima le stime su Pil e paghe

Sterlina in ripresa, borse caute in attesa della Bank of England

Saudi Aramco, sarà Londra la prescelta?

Wall Street indietreggia, le borse europee scendono

Julius Baer vola in borsa dopo i numeri della semestrale

Carmignac: sui mercati regna un ottimismo razionale

Cambio della guardia ai vertici di Vanguard, come reagirà il mercato?

Bce: tutto fermo su tassi e quantitative easing

Fca prova a far ripartire i diesel negli Usa

La Brexit può costare caro all’immobiliare britannico, i gestori preferiscono i titoli spagnoli

Aramco: troppo pochi investimenti nel settore petrolifero

Le precisazioni della Bce fanno ripartire borse e bond

Jp Morgan: sui mercati un eccesso di uniformità di vedute

Borse europee, una mattinata ricca di spunti operativi

Nomura: per gli investitori istituzionali la Borsa di Tokyo è destinata a salire

La BoJ non cambia idea, le borse ringraziano

Pictet AM: “Altri rialzi in vista per le borse”

Elezioni inglesi: conservatori in calo, governo in minoranza

Giornata ricca di appuntamenti per le borse europee

Qatar isolato dopo attentato londinese

Ti può anche interessare

Le sfide del 2019

Nel mondo instabile e super veloce di oggi rischiano di rilevarsi infondate anche le previsioni di b ...

Piazza Affari, piazza dei padroni

Il padrone più ingombrante è lo Stato, che comanda 23 società quotate che per dimensioni rapprese ...

Fideuram, l’utile è in calo

Nei primi nove mesi profitti a 657 mln, in discesa dell’1% sul 2017 quand’erano cresciuti del 13 ...