Mercati – La Grecia deve tornare in serie “A”

A
A
A
di Redazione 14 Dicembre 2009 | 08:00
Lorenzo Bini-Smaghi, membro del comitato esecutivo della BCE, ha dichiarato che il rating sovrano deve tornare entro la fine del 2010 ad essere A.

E’ ancora la Grecia ad occupare le pagine dei giornali. In particolare secondo Lorenzo Bini-Smaghi, la Grecia deve mettere in atto misure che riportino il suo rating sovrano ad “A” entro la fine del 2010.

Lo ha affermato il membro del comitato esecutivo della Banca centrale europea aggiungendo che la crisi greca mette sotto gli occhi di tutti i paesi dell’area euro l’urgenza di risanare i propri bilanci pubblici. Secondo il banchiere centrale, infatti, bisogna evitare che, arginata la crisi del debito privato, si apra una crisi del debito pubblico.

“La Grecia deve mettere in atto misure che al più presto entro la fine del 2010 consentano ai titoli del suo debito pubblico di recuperare un rating con la A, che tornerà ad essere la soglia minima per le nostre operazioni di mercato”, ha detto Bini-Smaghi al quotidiano La Stampa.

Il banchiere centrale ha poi richiamato l’attenzione alla necessità che i paesi dell’area euro comincino, appena possibile, a risanare i bilanci.
“Con una situazione della finanza pubblica che è abbastanza fragile, manovre aggiuntive, d’ora in poi, farebbero più male che bene. Occorrono riforme strutturali”, ha avvertito.

Bini-Smaghi ha infine ribadito che il sistema bancario deve utilizzare gli utili che sta realizzando per rafforzare la propria base patrimoniale, anche perchè la redditività derivante dagli impieghi è destinata a ridimensionarsi.

“Non c’è tempo da perdere: non solo perchè la Bce ritirerà gradualmente le misure che hanno garantito un rifornimento illimitato di liquidità, ma perchè in futuro diminuiranno gli utili delle attività di prestito a causa dell’aumento delle sofferenze”, ha detto.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bini Smaghi: la crisi bancaria italiana può contagiare l’Europa

Bce, no al finanziamento del debito

Banche, Bini Smaghi difende Basilea 3

NEWSLETTER
Iscriviti
X