Petrolio, l’Opec taglia le stime sulla domanda ma il Wti recupera terreno

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 13 Febbraio 2020 | 16:00

L’Opec ha tagliato le stima sulla domanda mondiale di petrolio attesa nel primo trimestre di quest’anno di 440mila barili al giorno e quella dell’intero 2020 di 230mila barili portandola complessivamente a poco al di sotto della soglia del milione di barili al giorno. Nonostante ciò il future sul Wti si conferma in ripresa dai minimi di inizio febbraio a 49,35 dollari per barile (livelli che non toccava da inizio 2019).

Il quadro tecnico del petrolio Wti

Dopo aver confermato la tenuta del supporto statico a quota 49,35 e disegnato un doppio minimo, il petrolio Wti è uscito al rialzo dal canale ribassista che ingabbiava i corsi dalle prime sedute di quest’anno. Un movimento, quello di recupero in atto, che ha buone chance tecniche per proseguire data l’ancora ampia distanza dalla zona di ipercomprato dei principali indicatori.

Operativamente al rialzo i prossimi target del greggio sono individuabili a 52,25 dollari in prima battuta, in seguito a quota 53,40 e ancora in area 54/54,25 dollari. Fondamentale però posizionare uno stop loss sulla soglia dei 50 dollari per barile.

Gli Etc sul petrolio Wti quotati in Borsa Italiana

A Piazza Affari al rialzo sul petrolio Wti sono disponibili i seguenti Etc: Wisdomtree Wti Crude OilWisdomtree Wti Oil Etc, Sg Etc Wti Oil CollateralizedWisdomtree Eur Daily Hedged Wti Crude OilWisdomtree Wti 2mth Oil Securities, Wisdomtree Wti Oil 2x Leverage Daily Etp, Wisdomtree 2x Daily Long Wti Crude Oil, Wisdomtree Wti Oil 3x Leverage Daily, SG Etc Wti Oil +3x Daily Lev Collateral e Wisdomtree 3x Daily Long Wti Crude Oil.       G.R.

Il trend del petrolio Wti nel medio termine

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: eventuali ribassi saranno limitati al breve termine

Borse internazionali, lo scenario tecnico della settimana

Mercati: guai a volere anticipare eventuali ribassi dei listini

NEWSLETTER
Iscriviti
X