Svizzera: export da record verso gli Usa

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 17 Febbraio 2020 | 13:30

Le esportazioni svizzere verso gli Stati Uniti hanno raggiunto, esclusi gioielli e metalli preziosi, un valore di 41,4 miliardi di franchi, secondo quanto riportato dal sito web della Rsi. Gli Usa sono quindi il secondo mercato d’esportazione della Svizzera, in base ai dati provvisori dell’Amministrazione federale delle dogane per il 2019. Circa il 17% delle merci in uscita dalla Svizzera viene inviato sul mercato statunitense. Solo la Germania fa meglio, con 44,1 miliardi.

Prima dell’arrivo di Donald Trump alla Casa Bianca nel 2016, le esportazioni svizzere ammontavano a poco più di 31 miliardi. L’aumento del 30% delle esportazioni in tre anni si inserisce tuttavia in una tendenza a più lungo termine.

A livello di importazioni, il bilancio è più contrastato. Dopo un anno record nel 2016, con 14 miliardi di franchi, le importazioni statunitensi in Svizzera tendono a ristagnare. Con 13,7 miliardi di franchi nel 2019, la bilancia commerciale non è mai stata tanto favorevole per la Confederazione anche se ciò potrebbe giocare a sfavore di Berna nell’ottica di un accordo di libero scambio tra i due Paesi considerato che la vistosa differenza non sembra essere piaciuta più di quel tanto all’inquilino della Casa Bianca.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Cina, vola il commercio a novembre: surplus più che raddoppiato

Svizzera, calo record per il commercio estero

Export, perdita di 11 miliardi per l’Italia in caso di calo 7 punti del Pil tedesco

NEWSLETTER
Iscriviti
X