Coronacoin, al via il token basato sul coronavirus

A
A
A
Avatar di Stefano Fossati 17 Febbraio 2020 | 19:00

Nel variegato universo dei crypto-asset debutta Erc20, un token legato al coronavirus e basato sulla blockchain di ethereum e battezzato coronacoin (Ncov).

L’iniziativa, riferisce The Cryptonomist, è stata lanciata nata su Reddit dove ne viene spiegato il funzionamento: in poratica, ogni 48 ore verranno bruciati dei token in base al numero di persone infettate o dei decessi causati dal virus.

Il “coronatoken” è listato su CoinGecko ed è anche attivo un exchange dove è possibile fare trading del token con ethereum. Al di là del risvolto macabro dell’operazione, il lato positivo è dato dal fatto che parte dei fondi generati saranno devoluti alla Croce Rossa per aiutare l’associazione nell’emergenza coronavirus.

Non mancano le critiche da parte di chi vede nel Coronacoin una mera strumentalizzazione di una situazione drammatica di risonanza globale. Tuttavia, come sottolinea lo stesso Cryptonomist, l’iniziativa dimostra una volta di più come la tecnologia blockchain e il sistema di token possa adattarsi a qualsiasi situazione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X