Wall Street: l’S&P 500 apre un gap ribassista a 3.330 punti

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 24 Febbraio 2020 | 15:45

Se l’Europa soffre l’America accusa il contraccolpo. L’indice S&P 500 ha infatti iniziato la settimana aprendo un gap ribassista a 3.330 punti scendendo poi nell’intraday di oggi (quotazioni rilevate alle 15.35 ora italiana) fino a quota 3.230, al di sotto quindi delle media mobili a 21 e 50 sedute rispettivamente ora a 3.320 e 3.275 punti.

E nonostante questa brusca correzione, gli indicatori tecnici non sono ancora entrati in territorio di ipervenduto. Uno scenario che potrebbe implicare un’ulteriore discesa dei corsi del paniere di Wall Street.

I prossimi obiettivi tecnici dell’S&P 500

Dal punto di vista operativo, al ribasso i prossimi tecnici dell’indice Usa sono individuabili in prima battuta a in area 3.215/3.200 e in seguito eventualmente a quota 3.150 punti. Inversione credibile oltre quota 3.280 con successivi target a 3.300/3.320 prima e 3.350 poi.

Il trend di medio termine dell’S&P 500

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: il rally di Natale quest’anno va in retromarcia

Datalogic in fase di rimbalzo tecnico. I prossimi target da monitorare

Oro al test del supporto statico di medio termine

NEWSLETTER
Iscriviti
X