Coronavirus, opportunità d’investimento come le altre epidemie?

A
A
A
Avatar di Stefano Fossati 25 Febbraio 2020 | 14:30

L’allarme per l’epidemia di coronavirus può rappresentare un’occasione di investimento? Lunedì l’indice Ftse Mib ha perso oltre il 5%, portando i prezzi di molti titoli a livelli decisamente interessanti: ma quali sono le prospettive future a breve e medio termine per i mercati azionari?

Una indicazione può venire dall’analisi dell’andamento dell’indice Msci World, dal quale emerge come, all’indomani dei ribassi determinati dai timori per le epidemie registrate negli ultimi vent’anni, i mercati hanno reagito quasi sempre con rimbalzi più o meno sostanziosi. L’esempio più citato, anche per le indubbie analogie con il coronavirus, è quello della Sars dell’aprile 2003: un mese dopo, l’indice Msci World aveva segnato una crescita dell’8,64%, per poi toccare un +21,51% a sei mesi a ottobre.

Il rimbalzo più evidente è quello seguito al ribasso determinato dall’emergenza legata alla febbre suina, nell’aprile 2009: +10,90% in un mese, quasi +40% in sei mesi. Uniche eccezioni nel medio periodo, dal 2003 a oggi, sono state quelle della Zika (gennaio 2016, con il Msci World calato dello 0,57% in un semestre) e dell’Ebola (marzo 2014, Msci World a -3,49% sei mesi dopo).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bce, Lagarde: “E’ ancora necessario ‘schermare’ l’economia”

Il 2021 potrebbe essere l’inizio della fine di una crisi senza precedenti

Mercati a metà strada tra pandemia e nuova normalità, come investire in questa fase

NEWSLETTER
Iscriviti
X