I vip scomparsi che guadagnano di più

A
A
A
di Redazione 21 Dicembre 2009 | 15:30
Da morti si guadagna più che da vivi. Questo è quanto si evince dall’ultima classifica stilata da Forbes, che mette nero su bianco gli introiti post-mortem generati da artisti, cantanti, scrittori e poeti.

 Nella nona edizione di Top-Earning Dead Celebrities, la classifica annuale delle celebrità che guadagnano di più anche dopo la morte, a sorpresa, il “fu vip” più ricco dell’anno non è Michael Jackson: al primo posto della lista si trova infatti Yves Saint Laurent (nella foto), considerato uno dei più grandi protagonisti della moda del ventesimo secolo, scomparso nel 2008. Nell’ultimo anno il defunto stilista ha guadagnato la bellezza di 350 milioni di dollari: il merito all’asta, messa in piedi da Christie’s che comprendeva alcuni pezzi della collezione d’arte e di antiquariato del designer di moda e del compagno, Pierre Bergé, che ha tenuto per sé solamente i pezzi più significativi.
Al defunto “re del pop” non è toccata nemmeno la seconda posizione, occupata dai compositori Richard Rodgers e Oscar Hammerstein, scomparsi rispettivamente nel 1979 e nel 1960. Grazie alle loro opere, che permettono agli eredi di guadagnare ogni volta che vanno in scena, nell’ultimo anno hanno portato a casa qualcosa come 235 milioni di dollari: mica male per due persone scomparse moltissimi anni fa. Ecco dunque Michael Jackson: per lui si parla di un guadagno pari a 90 milioni di dollari. Ma, assicurano gli esperti di Forbes, da qui alla fine dell’anno la cifra è destinata ad aumentare sulla spinta del film This is it.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bfc Media: grande successo per la 1a edizione di Empower the Future

ITForum Online Week: Speciale Digital Finance con Forbes

ITForum Online Week: Speciale Digital Finance con Forbes

NEWSLETTER
Iscriviti
X