Finanziaria da 11 miliardi, bocciato emendamento sul ddl

A
A
A
di Giacomo Berdini 22 Dicembre 2009 | 09:00
Oggi si approva la finanziaria in via finale. Bocciato l’unico emendamento al ddl di bilancio. Il saldo netto da finanziare è superiore alle risorse trovate.

Ieri sono ripresi i lavori della Commissione bilancio del Senato in merito alla Finanziaria, con la messa al voto degli emendamenti.
È attesa per oggi l’approvazione in via finale dopo la terza rilettura e, passato il setaccio delle ammissibilità, è sopravvissuto un solo emendamento al ddl di bilancio, che il Senato ha però bocciato nella giornata di lavori di ieri.

La manovra è andata infatti in aula ieri alle 18.30, e alle 19 è scaduto il termine per presentare gli emendamenti in sede.
La Finanziaria, così come dovrebbe essere approvata oggi, ha acquisito un peso complessivo a livello di indebitamento netto della P.a di 11,139 miliardi di euro per il 2010, con un saldo finale sostanzialmente invariato, che evidenzia un incremento di 48 milioni di euro.

A livello invece di saldo netto da finanziare, la norma ha preso un peso di 20 miliardi di euro ed un effetto dei saldi peggiorativo per 1,3 miliardi.
Gli impieghi in pratica sono più elevati delle risorse trovate, che in totale, tra minori spese ed entrate maggiori ammontano a 18,7 miliardi in totale.

Il governo, al contrario di quanto successo alla Camera, non ha posto la questione della fiducia.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Oro, a tener banco resta soprattutto la domanda finanziara

Italia, la Bce potrebbe non intervenire

Da Global Thinking Foundation il nuovo glossario di educazione finanziaria

NEWSLETTER
Iscriviti
X