Gli ex manager di Wall Street tornano in pista

A
A
A
di Redazione 23 Dicembre 2009 | 14:00
Passata la paura dell’apocalisse finanziaria, gli ex top manager dei colossi di Wall Street pensano a come tornare in partita. Obbiettivo: rilevare gli istituti falliti e ora sotto il controllo della Federal Deposit Insurance Corporation, l’agenzia che garantisce i depositi negli Stati Uniti.

Secondo indiscrezioni riportate da The Wall Street Journal, saranno dei “pool di investimento”, ossia dei fondi comuni che raccolgono investimenti da privati che non sanno che cosa andranno a finanziare i loro soldi, ad acquistare le piccole banche che sono già fallite e che falliranno prossimamente per la recessione. E a guidare questi pool per la rinascita delle bad banks saranno proprio gli ex banker della Grande Mela: ex amministratori delegati di grosse banche che hanno perso il posto perché cacciati, oppure dirigenti che hanno deciso di lasciare le posizioni che occupavano per fare il salto da bancari più o meno super a banchieri in proprio. L’elenco delle banche regionali fallite che sono state rilevate nel 2009 dalla Fdic ha superato quota 120 in novembre. Per tutte quelle che non hanno ancora avuto un cavaliere bianco, e che sono la grande maggioranza, la gara al loro controllo a prezzi stracciati è in corso da tempo, con le banche più ricche e più grosse a caccia di occasioni. Finora a far loro concorrenza c’erano i fondi di private equity. Ora c’è un terzo attore che partecipa alle aste, e sono i “pool di investimento”, il cui asso nella manica sono i nomi degli ex manager bancari al loro vertice. Secondo il Journal, un trio di banchieri veterani sta seriamente considerando di scendere in campo: l’ex Ceo della JP Morgan Chase William Harrison, l’ex Ceo della Wachovia Corp Robert Steele, e Herb Boydstun, l’ex Ceo della Hibernia Corp di New Orleans che è stata acquistata dalla Capital One Financial. Una seconda chance che difficilmente gli ex di Wall Street si faranno scappare.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti