Ora la Bce deve passare ai fatti

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 11 Marzo 2020 | 10:15

“Giovedi la Lagarde sarà tenuta a passare ai fatti. E’ vero quello che afferma e cioè  che la palla è soprattutto ai governi, che devono varare misure fiscali a supporto sia generali che mirate, volte a evitare che la perdita di business si trarformi in un circolo vizioso per l’economia. Ma queste misure avranno un peso enorme sulle finanze pubbliche, tra sussidi, cali e rinvii del gettito”. Ad affermarlo è Giuseppe Sersale, Strategist di Anthilia Capital Partners Sgr, che di seguito dettaglia la propria view.

In questo contesto un aumento del programma di acquisti sembra lo strumento più adatto tra quelli a disposizione. Infatti, otterrebbe il triplice fine di iniettare liquidità nel sistema, supportare l’emissione del debito pubblico evitando che si traduca in un aumento dei tassi e quindi inasprimento delle condizioni finanziarie, e migliorare della situazione del credito, visto che arte degli acquisti sarebbero di corporate bonds.

Naturalmente non deve mancare uno schema per fornire liquidità alle banche e un altro per aiutare la piccola e media impresa a rinnovare i finanziamenti.

Meno utile, a mio parere, un altro taglio del tasso di deposito. Ma il mercato se lo attende e forse non vorranno mostrarsi insensibili.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: fin che la barca va…

Bce: tassi invariati ma ridotto il ritmo del Pepp

Criptovalute, Lagarde: “Sull’Euro digitale due anni per decidere”

NEWSLETTER
Iscriviti
X