Anche Salini Impregilo cade in Borsa, ma ha i numeri per rimbalzare

A
A
A
di Luca Spoldi 12 Marzo 2020 | 10:50

Anche Salini Impregilo viene travolta dalle vendite da panico che oggi si scatenano a Piazza Affari, dopo che ieri l’Organizzazione mondiale della sanità ha ufficializzato che ormai si tratta di pandemia, e non di semplice epidemia, nel caso del contagio da Covid-19. Il classico “cigno nero” che preoccupa gli investitori e colpisce duro i mercati, colti alla sprovvista in molti casi proprio mentre si trovavano intorno ai massimi storici.

Eppure, come ha provato a ricordare l’amministratore delegato Pietro Salini, il 2019 è stato certamente “un buon anno” che ha visto ricavi “in linea con le nostre attese” e “ordini record”, mentre per il prossimo futuro, al di là degli inevitabili rallentamenti causati dai provvedimenti di contenimento della pandemia, il focus del gruppo, impegnato a dar vita al “Progetto Italia”, resta “sui mercati con un minore profilo di rischio”, cosa che dovrebbe accentuarne il profilo difensivo, tanto più in caso di ulteriore rilassamento delle politiche monetarie e fiscali che potrebbero essere annunciate in parte già oggi dalla Bce e nelle prossime settimane da numerosi governi e banche centrali del resto del mondo.

Ma tant’è: la voglia degli investitori di liquidare posizioni e ridurre l’esposizione complessiva all’azionario italiano (e all’azionario in genere) è palpabile e anche Salini Impregilo oggi segna -8% in avvio di giornata cadendo sotto gli 85 centesimi per azione, pur avendo già perso il 27% nelle ultime 5 sedute di borsa e trattando a livelli che già ieri sera erano di circa il 55% inferiori a quelli di un anno fa. La capitalizzazione di mercato, ieri pari a 823 milioni, rischia oggi di cadere sulla soglia o al di sotto dei 750 milioni, nonostante l’ottimismo dichiarato da Pietro Salini circa il proseguimento senza intoppi della prevista acquisizione di Astaldi.

Nel 2020 l’amministratore delegato, si aspetta “di di proseguire bene” sia sul fronte dei nuovi ordini, sia “sulla crescita del margine”, tanto che Salini-Impregilo prevede per il 2020 un Ebitda margin nel range del 7% -7,5% (stime che peraltro non includono eventuali impatti sulle dinamiche del business legati alla pandemia da Covid-19). Il gruppo, ha precisato Salini, nel rispetto delle misure governative, è impegnato a garantire la continuità operativa delle sue attività italiane.

Il quadro tecnico

Dal punto di vista tecnico le ultime sedute hanno visto un netto peggioramento del trend di brevissimo e messo a rischio la tenuta del trend laterale di breve-medio termine. Un’eventuale discesa delle quotazioni sotto gli 80 centesimi per azione farebbe ad esempio scattare la stop loss di strategie rialziste aperte col titolo attorno a un euro per azione e che si ponevano come obiettivi 1,3-1,4 euro per azione (ed eventualmente un ulteriore rafforzamento delle posizioni ove il titolo fosse riuscito a risalire sopra gli 1,65 euro).

Ha finora parzialmente tutelato le possibilità di un recupero il fatto che le ultime decise discese dei prezzi non abbiano registrato alcun incremento dei volumi di vendita, che anzi ieri sono calati mostrando una certa debolezza del trend ribassista che potrebbe dunque essere prossimo all’esaurimento. A favore di tale interpretazione giocano anche le indicazioni dello Stocastico e dell’indicatore di forza relativa (Rsi), entrami in ipervenduto.

Al momento tuttavia la fragilità dei mercati, che ha portato il prezzo a cadere al di sotto sia della media mobile lenta sia di quella veloce (a sua volta scesa sotto quella lenta), porta gli analisti a segnalare la possibilità di ulteriori cali delle quotazioni, coi supporti in area 90 centesimi che sono stati forati facilmente, mentre quelli attorno agli 84 centesimi sembrano per ora reggere. In caso di recupero d’interesse, gli obiettivi di breve termine sono ora indicati attorno all’euro per azione, che se recuperato ridarebbe vigore alla strategia rialzista di breve periodo di cui sopra.

L’andamento in Borsa di Salini Impregilo negli ultimi 12 mesi

A cura di Luca Spoldi, Cefa, 6 In Rete Consulting Ceo (www.6inrete.it)

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Fine Foods in continua crescita. L’analisi

Mercati: Sababa pronta a sbarcare a Piazza Affari

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da A2a a UniCredit

NEWSLETTER
Iscriviti
X