Ecco gli errori da evitare in questa fase di altissima volatilità

A
A
A
di Fabio Pioli 13 Marzo 2020 | 08:45

Ci sarebbe molto da dire su questa fase. La prima cosa su cui soffermarsi è che non è una fase anomala ma normale. Questo è importante dirlo altrimenti non si imparerà mai dall’ esperienza. E’ importante non tirare in ballo il cigno nero ma la propria responsabilità.

Infatti se si fossero ascoltate le campane che suonavano prima della discesa, questa non avrebbe fatto alcun male ma forse un moderato bene. Così come ha fatto a noi che, molto metodicamente, avevamo messo in guardia dai rischi di comprare o detenere titoli a 24.000 punti di Ftse Mib. Lì infatti, come mostra molto bene il grafico, era area di resistenza (mai rotta) del laterale 24.000 – 12.000.

Figura 1. Future FtseMib – grafico mensile

Bastava un po’ di prudenza per, non dico prevedere questa discesa (perché questa discesa non l’ abbiamo predetta), ma per dire, e di questo ci verrà dato atto, di non comprare, aspettando eventualmente i supporti (e la verifica degli stessi) per farlo.

Ora da cosa dobbiamo mettere in guardia? Purtroppo forse è troppo tardi per farlo ma dobbiamo mettere in guardia dal fare due cose:

  • 1) fare media dei prezzi (mai farlo perché è il modo più veloce per andare gambe all’ aria nei casi in cui succeda qualcosa di inaspettato) e
  • 2) passare dall’ essere “speculatori” all’essere cassettisti

La seconda è la tentazione di chi, accorgendosi di aver fallito a cavalcare le oscillazioni comincia a passare dalla parte di “i prezzi sono buoni”, “cerco i dividendi”, “tanto se una società è sana dove vuoi che vada più di tanto all’giù?” e “al massimo li lascerò ai miei figli”.

Entrambi gli errori (che purtroppo ormai i più avranno già fatto) nel caso che avvenga l’ “inaspettato”, come lo chiamo io, sarebbero irreparabili. Di cosa sto parlando, quando parlo di “inaspettato”?

Graficamente è molto semplice: dal momento che il laterale decennale è tra 24.000 e 12.000 punti, come detto, se si rompessero i 12.000 punti la proiezione dell’ analisi tecnica sarebbe zero (Figura 2)

Figura 2. Future FtseMib – grafico mensile

Con questo, mi raccomando, non mi si fraintenda. Non sto dicendo che si andrà necessariamente a zero.

Sto solo dicendo che un buon trader, con un’ esperienza ultra ventennale come ho io, non trascura nessuna eventualità come impossibile. Tiene in considerazione tutto e non dice “è impossibile che si vada a zero”. Dice “sicuramente non si andrà a zero, ma io lo tengo lo stesso in considerazione, visto che il grafico lo ammette, perché se accadesse qualcosa di inaspettato (come tra l’ altro sta accadendo adesso), io non voglio essere dentro (come effettivamente non sono)”.

Mi raccomando: in Borsa non si faccia mai niente se non si conoscono a priori per certe (e, ovviamente, siano alte) le probabilità di cosa si sta per fare. Per l’ analisi dei singoli titoli per adesso posticipiamo perché la situazione è identica per tutti quindi la conclusione sarebbe la medesima: non si compra né si vende.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X