Istat, le famiglie non arrivano a fine mese

A
A
A
di Matteo Chiamenti 29 Dicembre 2009 | 11:30
L’indagine dell’istituto mostra che nel corso del 2008 metà delle famiglie italiane ha percepito un reddito medio di circa 2000 mensili mentre è cresciuto il tasso di quelle che non arrivano alla fine del mese e non riescono a pagare le bollette.

L’ultima indagine campionaria annuale dal titolo “Reddito e condizioni di vita” dell’Istat, effettuata nell’ultimo trimestre del 2008 su un campione di circa 21.000 famiglie per un totale di oltre 52.000 individui, evidenzia una situazione preoccupante per le famiglie italiane.

Risulta infatti in crescita il numero di quelle famiglie che incontra difficoltà nell’arrivare a fine mese, provvedendo regolarmente al pagamento delle bollette e all’acquisto di beni necessari.
Nel 2008 circa il 17% delle famiglie ha dichiarato di avere molte difficoltà per chiudere i bilanci familiari mensili, mentre nel 2007 lo stesso tasso raggiungeva il 15,4%. Per quanto riguarda il pagamento puntuale delle bollette nel 2008 l’11,9% del campione, contro l’8,8% del 2007, ha registrato ritardi e problemi nel rintracciare il denaro necessario.

La percentuale quindi risulta in crescita e, in corrispondenza di questo fenomeno, l’Istat ha rilevato che nel 2007 quasi la metà delle famiglie residenti in Italia ha percepito meno di 24.036 euro, circa 2.000 euro al mese.
Diminuisce però la forbice tra le famiglie del centro-nord e quelle del sud, grazie alla maggiore crescita del reddito medio familiare del Mezzogiorno, che registra un incremento del 4,2 per cento in termini nominali, rispetto all’1,8 per cento del Nord e all’1,5 per cento del Centro

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: come la crisi europea del gas impatterà sull’inflazione

Asset allocation: logistica cruciale in tempi di crisi

Borse e bond, si chiude un settembre “nero”

NEWSLETTER
Iscriviti
X