2010: exit strategy nel congelatore

A
A
A
Avatar di Giacomo Berdini 29 Dicembre 2009 | 13:00
L’outlook per il 2010 effettuato da Richard Urwin di BlackRock individua come punto cruciale per il prossimo anno la questione delle misure a sostegno dell’economia; è probabile che saranno mantenute per rinsaldare una ripresa troppo fragile.

L’economia globale alla fine del 2009 è in una posizione fondamentalmente differente rispetto a 12 mesi prima.
Il trimestre conclusivo del 2008 e la prima parte del 2009 sono stati caratterizzati dal collasso dell’attività economica e lo sviluppo dei mercati emergenti.
Questa debolezza, congiunta con l’estrema vulnerabilità del sistema finanziario globale, dà origine alla preoccupazione che la recessione possa spianare la strada alla depressione e alla deflazione.
In paragone coi fatti, queste preoccupazioni si sono rivelate esagerate.

L’economia globale ha raggiunto il suo livello più basso nella primavera del 2009 e, durante la seconda metà dell’anno, è emersa la chiara prova di una ripresa globale.
Mentre il ritmo della ripresa è chiaramente sotto gli standard storici nell’economie sviluppate, in alcuni mercati emergenti la cadenza del recupero è veramente rapida.
Cosa è cambiato? Secondo Black Rock le più importanti promotrici del migliorato panorama macro sono state le eccezionali misure di stimolo dell’economia globale che, quando hanno avuto successo, sono state anche indicative della fragilità della ripresa. La questione chiave per il 2010 è capire se questi stimoli saranno mantenuti e fino a che punto la domanda del settore privato potrà iniziare a rimpiazzarli.

Mentre i deficit del budget in molti paesi ha raggiunto livelli insostenibili, un restringimento delle politiche di sostegno sembra molto improbabile, anche se negli USA e Regno Unito i deficit sono particolarmente alti.
Le banche centrali del mondo sviluppato ancora sembrano focalizzate sulla fragilità della ripresa economica quindi, è probabile che le politiche monetarie resteranno altamente stimolative.
Una chiave di lettura sul mantenimento delle politiche di sostegno sta nella volontà di tenere l’inflazione molto bassa, ma BlackRock crede che il rischio di inflazione rimarrà molto esile nel corso del 2010, almeno quanto la solidità della ripresa, che avanzerà fragile.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Top 10 Bluerating: BlackRock al top nella finanza

Etp, lieve crescita dei flussi a gennaio

Top 10 Bluerating: BlackRock sale sui Bric

NEWSLETTER
Iscriviti
X