Bce, dopo il nuovo Qe possibili misure più potenti

A
A
A
Avatar di Stefano Fossati 19 Marzo 2020 | 12:00

A cura di Paul Diggle, Senior Economist di Aberdeen Standard Investments

Questa è un’eco diversa dal “whatever it takes”. In effetti, questo sta diventando un ritornello comune tra i responsabili politici di questi tempi. Non escludiamo misure ancora più grandi della Bce nelle settimane e nei mesi a venire, compresa la collaborazione con il Meccanismo europeo di stabilità per fornire un sostegno fiscale essenzialmente monetizzato, e persino l’ancoraggio dei rendimenti e degli spread dei titoli sovrani in tutto il blocco.

L’incisività di questo programma è in primo luogo una risposta all’aumento dei rendimenti del debito sovrano nell’Eurozona, e in particolare una risposta all’aumento degli spread dei paesi periferici. La reazione iniziale del mercato è positiva, dato che lo spread Btp-Bund sul decennale si è ridotto di quasi 100 punti base questa mattina.

Tuttavia, la nostra opinione rimane che né la politica monetaria né quella fiscale possono essere una panacea per questo enorme shock dell’economia reale, ma possono mitigare almeno in parte il rischio che lo shock si trasformi in una crisi finanziaria e sostenere l’eventuale ripresa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Cina, nell’anno del Bue puntare su consumi, energia green ed elettrificazione dei trasporti

Biden presidente, che cosa cambia per i bond dei mercati emergenti

La Bce alla finestra fra lockdown, vaccini e Brexit

NEWSLETTER
Iscriviti
X