Equita: “In questa fase sovrappesiamo le utility”

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 19 Marzo 2020 | 12:30

L’economia globale sta affrontando cinque shock contemporaneamente: sulla domanda globale, sull’offerta, sul petrolio, sulla ricchezza, e sul credito. La volatilità (VIX) è altissima e vicina ai livelli toccati nel 2008-09. E nonostante la correzione significativa dei mercati azionari crediamo che vada mantenuto un approccio prudente”. Questo l’avvertimento degli analisti di Equita, che di seguito dettagliano la loro view.

  • Il Covid-19 ha creato un pericoloso shock globale, che influenzerà negativamente i comportamenti dei consumatori e delle aziende in futuro, e che rende a questo punto inevitabile un forte rallentamento economico.
  • Le aziende hanno aumentato il livello di indebitamento per effetto dei bassi tassi d`interesse provocati dal QE, amplificando gli effetti negativi di un forte rallentamento economico su imprese e crescita globale. Lo stock globale di obbligazioni corporate non-finanziarie ha raggiunto un massimo storico di $13.5trn nel 2019 (OCSE), il doppio in termini reali vs dic-08 e rispetto ai precedenti cicli creditizi, le obbligazioni in circolazione presentano una qualità creditizia complessiva inferiore, requisiti di rimborso più elevati e scadenze più lunghe. L`incremento dei rendimenti sui bond HY US/EU (saliti rispettivamente di 487/453bps a 8.5%/7.3%) segnala proprio questi rischi
  • I mercati trattano su multipli in apparenza più cheap (P/E20 stimato S&P500 15x), ma la revisione delle stime è chiaramente in ritardo rispetto al rapido deterioramento del quadro macro e quindi i multipli effettivi sono decisamente meno attraenti.

“Abbiamo ridotto il sottopeso rispetto al benchmark (dal 75% all`85% vs peso neutro 95%), ma cercando di ridurre il beta complessivo del portafoglio e cercando di inserire titoli di qualità, più protetti sul downside e/o con driver specifici/business model vincenti. La nostra view è che Utilities, Telecom e Healthcare sono i settori che possono difendersi meglio in uno scenario di forte rallentamento economico. Per questo motivo in termini di asset allocation andiamo sovrappeso sul settore Utilities, mentre manteniamo il sottopeso sul settore bancario” concludono da Equita.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mirabaud: il 2021 sarà l’anno delle obbligazioni convertibili

La view macro e l’asset allocation di Allianz GI per i prossimi mesi

Investimenti azionari: meglio focalizzasi su settori e temi che fare scelte geografiche

NEWSLETTER
Iscriviti
X