L’Oracolo – Il crimine non paga…i fessi

A
A
A
Avatar di Giacomo Berdini 8 Gennaio 2010 | 16:15
La moda del momento: rubare qualcosa e poi farsi beccare in rete! Ecco a voi il vincitore del PF 2009, prestigioso premio assegnato ad un fortunato ragazzo di NewYork.

Strane visioni dal mondo. Dopo avervi raccontato la mirabolante avventura di Tristan Brooks che, rapinato dal ladro più furbo del mondo, ha ritrovato la sua cucina in vendita su e-bay (vedi articolo L’Oracolo – E-Bay è perfido), narriamo ancor vicissitudini di grandi ladri dall’astuzia felina, che si sono distinti per il merito d’essere tra i furfanti che si sono fatti beccare nel modo più scemo del mondo.

Anche questa volta artefice del grande arresto è il mezzo multimediale, la rete che incastra pesci grandi e pesci piccoli, pedofili, pornofili, cinofili, cinefili, ma soprattutto cineasti e iconoclasti, fenomeno quest’ultimo che finalmente la Chiesa cattolica è riuscita a confinare al ruolo di clandestinità.
Ma è il momento di spostarsi da Bisanzio per trasferci in fretta nel Bronx, New York, Usa, dove Jeremiah Gilliam è stato insignito del premio di miglior peggior furfantello del 2009.
L’ometto furbetto aveva sgraffignato una Xbox in casa di qualche sfortunato che ha visto svanire in un grigio pomeriggio di dicembre tutti i sogni del suo Natale.
Per fortuna il bimbo triste, come nella favole, ha avuto a che fare con un cattivo molto più deficiente di quelli dei cartoni. Il nostro caro ladro Jeremiah, infatti, ha avuto la geniale idea di collegarsi ad internet con la sua nuova console rubata senza nemmeno disturbarsi di cambiare l’account del proprietario.
In quel mentre il bambino triste, evidentemente un nerd in crisi d’astinenza da sparatutto, si trovava online da un amico a sua volta in possesso del videogame, di cui cercherò di non fare più il nome da qui in avanti per non fare pubblicità occulta, non percependo peraltro io alcun introito da Bill Gates.

In pratica il bimbo nerd a cui era stato rubato il Natale ha individuato il proprio account e, risalito da bravo nerd all’indirizzo IP del ladro, gli ha mandato la polizia a casa.
Jeremiah, caro carino, si trovava a casa della cara nonnina, che ha rischiato l’arresto cardiaco quando s’è vista gli Swat sfondare la porta per recuperare l’XBox rubata. Oh no! L’ho detto. Diavolo un’altra marchetta!
Beh la nonnina ha avuto anche altro di cui preoccuparsi, perché il caro nipotino teppista aveva in camera l’antro di Alì Babà, colmo di oggetti elettronici rubati, quali Gps, portatili, Playstation (Tiè Bill, beccati la concorrenza!) e carte di credito, refurtive in seguito misteriosamente scomparse dal V° distretto di polizia, poco prima dell’Epifania.

Nello stesso distretto newyorkese, appena saputa la notizia, il consiglio direttivo del CIPPA GCD (comitato internazionale premiazione persone afflitte da gravi casi di demenza) si è recato dal ladro per consegnare l’ambito premio PF2009 (Il più fesso dell’anno) categoria giovani teppisti.
Insomma anche se Starsky e Hutch sono vecchi e decrepiti, e hanno pure avuto la bella idea di vendere la loro macchina a Ben Stiller, e il commissario Rex ormai ha raggiunto i dieci rintintin nel paradiso dei cani, potete dormire sonni tranquilli. A quanto pare i criminali stanno subendo un’evoluzione darwiniana invertita che li sta pian piano avvicinando ad Homer Simpson, ovvero l’anello mancante tra l’uomo e la scimmia come recentemente dimostrato da Alberto Angela.
Ma continuate vi prego cari fessacchiotti, non vorremo essere privati del piacere di conoscere il vincitore del PF2010, anno nuovo di zecca che ci riserva tante tante spassose novità…speriamo. 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X