Covid19, aiuti UE ai singoli Stati: ecco la proposta di Deutsche Bank

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 30 Marzo 2020 | 10:00

In Europa urge trovare uno strumento che permetta all’Unione di aggiungere risorse ai budget dei singoli Paesi, senza reciproca mutualità tra gli Stati, e senza esplicita condizionalità che lo renda inaccettabile ai Parlamenti dei Periferici.

In quest’ottica, prendendo spunto dal risalto dato alla funzione di impulso agli investimenti della Banca Europea per gli Investimenti (Bei), Deutsche Bank ha illustrato una possibile soluzione interessante: i finanziamenti potrebbero venire dalla Banca Europea per gli Investimenti. Questi finanziamenti non hanno condizionalità, e i Bond targeti Bei potrebbero essere comprati dalla Bce, che assicurerebbe il grosso dei fondi.

Questa soluzione lascerebbe fuori l’OMT (Outright monetary transactions), ma onestamente al momento non possiamo dubitare della determinazione della Banca Centrale a supportare i debiti dei vari paesi”, fa notare Giuseppe Sersale, Strategist di Anthilia Capital Partners Sgr.

Il Coronavirus ha assicurato un amnistia dalla responsabilità fiscale. Non a caso nello Statement si fa riferimento ad ampia flessibilità concessa ai budget.

Ovviamente l’ennesimo fallimento del tentativo di creare un abbozzo di unione fiscale, nonostante la gravità del momento, con relative accuse di mancanza di solidarietà non farebbe nulla per rafforzare la struttura dell’Euro, di fronte a una crisi dagli esiti ancora ignoti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Le minute della Bce confermano possibili sostegni all’economia

Evitata una nuova crisi greca: un ostacolo in meno per la zona Euro

NEWSLETTER
Iscriviti
X