Enel, il recupero ora dipende dalla resistenza a 6,55 euro

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 30 Marzo 2020 | 16:00

Enel conferma il recupero, benchè lento, di quanto lasciato sul campo dopo il drammatico sell-off comune a tuttele principali blue chip a causa della diffusione del Coronavirus. Per assistere a un ulteriore allungo dei titolo sarà però essenziale il superamento della resistenza statica di breve termine ora coincidente in area 6,55 euro con il passaggio della media mobile a 21 sedute.

I prossimi obiettivi tecnici di Enel

Dal punto di vista operativo, una volta eventualmente messo alle spalle l’ostacolo a quota 6,55, al rialzo i prossimi target del titolo sono individuabili in prima battuta a quota 7 e in seguito nell’area compresa tra 7,50 e 7,80 euro. Di fondamentale importanza però posizionare uno stop loss rigido a 6 euro, dove al momento passa il supporto dinamico ascendente di breve periodo.

Da rilevare inoltre che alla quotazione attuale Enel vanta un rendimento del dividendo del 4,96%.        G.R.

Il trend di Enel nel medio termine a Piazza Affari

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Ftse Mib di fronte a un bivio

Mercati: Fib e Dax al test delle medie mobili. Euro Stoxx 50 un passo avanti

Mercati, Nikkei al test di un supporto cruciale. Tutti gli Etf a Piazza Affari

NEWSLETTER
Iscriviti
X