Investimenti sostenibili, La Française: armonizzare le regole a livello europeo

A
A
A
Avatar di Stefano Fossati 31 Marzo 2020 | 12:16

A cura di Roland Rott, Managing Director di Inflection Point by La Française e di Perrine Dutronc, advisor del Gruppo La Française

I criteri Esg completano l’analisi finanziaria aggiungendo prospettive differenti ai dati finanziari. In particolare, questi mettono in evidenza i problemi ambientali, sociali e di governance, che tradizionalmente l’analisi finanziaria non aveva esaminato in passato. Essi arricchiscono l’analisi finanziaria per tre ragioni: 1) un orizzonte temporale orientato verso il lungo termine; 2) un tentativo di comprendere l’impatto dei fattori esogeni e i prossimi cambiamenti legislativi, oltre a 3) un quadro di riferimento per la valutazione di beni immateriali come il capitale umano, la fidelizzazione dei clienti o il valore del brand. A seconda delle circostanze specifiche legate al settore e all’azienda, questi ulteriori elementi possono modificare significativamente l’esito dell’analisi finanziaria, per esempio, attraverso la correzione delle previsioni degli utili, le ipotesi sui margini, le valutazioni degli asset o i tassi di sconto.

L’impatto della nuova regolamentazione europea per gestori e investitori

La nuova regolamentazione, se applicata a tutti i Paesi europei, renderà omogenei i criteri fornendo un concetto comune di finanza sostenibile, delle attività verdi e dei fondi Sri. Tuttavia, fino ad ora vi sono stati diversi tentativi di promuovere le definizioni nazionali di questi concetti, influenzando così il quadro legislativo europeo. Si spera che il risultato porterà chiarezza e un approccio più armonizzato, anche se oggi non siamo ancora a quel punto. Sebbene noi sosteniamo una regolamentazione armonizzata a livello europeo, siamo consapevoli delle conseguenze indesiderate in termini di limitazioni all’innovazione e di ostacoli regolamentari a scapito di gestori e investitori.

Ai gestori sarà richiesto di investire parte del portafoglio secondo i criteri Esg?

I gestori non saranno obbligati a investire parte del portafoglio secondo i criteri Esg ma vi sarà una spinta da parte dei clienti affinché si vada in quella direzione, e con ogni probabilità una richiesta da parte dei regolatori di spiegare perché non si sta tenendo conto delle considerazioni Esg.

Come gli investimenti Sri cambieranno il mondo degli investimenti nei prossimi cinque anni

Gli investimenti sostenibili possono rendere possibile un cambiamento cruciale spostando il capitale verso settori più necessari in un’economia globale a basse emissioni, allontanandole da quelli a più alte emissioni. Il climate change è l’argomento numero uno perché l’Sri abbia un impatto misurabile. Includere con decisione i criteri Esg nelle decisioni di investimento aiuterà a promuovere la giusta transizione di cui tutto il mondo ha bisogno. Pertanto, ci aspettiamo che il mondo degli investimenti abbraccerà completamente gli Investimenti sostenibili per continuare ad essere rilevante per il resto della società. Per esempio pensiamo che l’attuale crisi sanitaria sia un punto di inflessione molto importante, d’impatto immediato e di portata globale. Gli investimenti sostenibili forniscono maggiori possibilità di valutare l’impatto futuro dei fattori esterni negativi che devono essere integrati nella valutazione di una strategia aziendale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf, Vanguard amplia la propria gamma di prodotti Esg

Invesco, quando Esg fa rima con metodo

Assoreti, un webinar sulla sostenibilità

NEWSLETTER
Iscriviti
X