Ubi Banca, l’Ops di Intesa Sanpaolo diventa l’8% più vantaggiosa per i soci

A
A
A
di Stefano Fossati 1 Aprile 2020 | 16:30

I Cda di Intesa Sanpaolo e Ubi Banca hanno deliberato ieri, in linea con la raccomandazione della Bce, di sospendere il pagamento del dividendo a valere sull’utile del 2019 (19,2 e 13 centesimi rispettivamente); l`utile di Intesa Sanpaolo verrà destinato a riserva. Il cda di quest’ultima ha comunicato che, subordinatamente all’eventuale modifica della raccomandazione della Bce – che attualmente blocca il pagamento di dividendi fino al 1° ottobre – intende convocare una nuova assemblea entro il 2020 per distribuire le riserve.

Il contenuto del comunicato di Ubi, notano gli analisti di Equita, “ci sembra meno netto sulla possibilità di ripristinare il dividendo in quanto il cda ‘si riserva di convocare un’assemblea’. Un effetto ‘collaterale’ non trascurabile derivante dalla sospensione del pagamento dei dividendi è rappresentato dal fatto che il concambio dell’offerta pubblica di scambio di Intesa Sanpaolo su Ubi diventa ancora più vantaggioso per gli azionisti Ubi”.

Il concambio di 17 azioni Intesa Sanpaolo ogni 10 azioni Ubi, sottolineano gli stessi analisti, “avveniva fra azioni che avrebbero staccato i rispettivi dividendi (19,2 cent per Intesa e 13 cent per Ubi): venendo meno questa possibilità, ai prezzi di Intesa Sanpaolo di ieri (1,4884), la valutazione implicita di Ubi diventa 2,53 rispetto a 2.33 in caso di pagamento del dividendo, con un ulteriore premio dell’8%“.

Il cda di Intesa Sanpaolo ha confermato la convocazione dell’assemblea straordinaria il 27 aprile per deliberare l’aumento di capitale a servizio dell’offerta pubblica di acquisto su Ubi, operazione la cui valenza strategica risulta ulteriormente incrementata alla luce del peggioramento del quadro macroeconomico. Dallo scoppio della crisi legata al Covid-19, Ubi ha infatti sovraperformato Banco Bpm del 16% e Bper del 12% beneficiando della valutazione implicita riconosciuta dai termini dell`offerta di Intesa Sanpaolo.

“Crediamo che questi elementi, insieme al premio già garantito in sede di annuncio dell’offerta e al peggioramento del quadro macro che impone riflessioni circa la sostenibilità nella capacità di generare utili e dividendi nei prossimi anni su base stand-alone contribuisca ad aumentare l’ncentivo degli azionisti di Ubi ad aderire all’offerta di Intesa Sanpaolo”, concludono gli analisti di Equita.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mediobanca e Allianz in corsa per la rete di Deutsche Bank, la valutazione di Equita

Asset allocation: ecco le azioni del lusso su cui puntare

Fondi, Equita e Cordusio Sim lanciano “Equita Smart Capital – Eltif”

NEWSLETTER
Iscriviti
X