L’Oracolo – Drive-in fai da te

A
A
A
di Giacomo Berdini 13 Gennaio 2010 | 16:00
Strane visioni dal mondo. Le bizzarre avventure di nonno Charlie.

La senilità è una cosa brutta. Con il passare del tempo i capelli sulla testa di un uomo si diradano tanto quanto gli alberi nella piana di Giza, e di colpo si comincia a indossare pantaloni ascellari e si è misteriosamente attratti e ipnotizzati dai lavori in corso nei cantieri. Ad una certa età si cominciano a fare discorsi sconclusionati, a brontolare per ogni cosa e a provare un odio viscerale verso i giovani, che incarnano ogni male della società.
Per le donne la vecchiaia rappresenta la bellezza che sfiorisce, e indirettamente proporzionale ad essa si acuisce un senso religioso inspiegabilmente fanatico che spinge molte nonnine a recarsi in sagrestia e svegliare il prete alle 5 del mattino per salvarsi l’anima.

Ma la cosa che più accomuna gli anziani di tutti i sessi di tutto il mondo è una certa propensione a trasformarsi in pirati della strada.
Scommetto che almeno una volta ognuno di voi si è trovato bloccato in un incrocio dietro ad una vecchia Lancia Delta guidata dal classico “vecchio col cappello”, o ad uno svincolo stradale ha evitato per un soffio un frontale schivando la piccola Fiat in contromano malamente condotta da un occhialuto ciuffo di capelli argentei che spuntava di qualche centimetro oltre il volante.
Sarà che i riflessi si rallentano, sarà che non si è più fisicamente tanto pronti, ma ad una certa età condurre un veicolo diventa un pericolo, soprattutto per gli altri.

Un caso interessante è rappresentato da un nonnino di 91 anni della Florida che ha sperimentato per la prima volta il Drive-in, ma all’indirizzo sbagliato.
Charles Pierce, che chiameremo affettuosamente nonno Charlie, è letteralmente entrato con la sua macchina dentro la caffetterie della sua catena preferita Biscuits ‘N’ Gravy, sfondando la vetrina e finendo con il muso della vettura proprio in mezzo al ristorante.
Una volta posteggiata l’auto con cura, Charlie è sceso, ha ordinato la colazione e ha preteso di sedersi in un tavolo di fianco alla propria vettura, in modo da poterla tenere d’occhio.
Il drive-in fai da te è costato il lieve ferimento di un avventore del locale e una multa per guida pericolosa, anche se forse la polizia avrebbe fatto meglio a mettere la patente di nonno Charlie in un museo.

Qui sotto una foto dell’auto.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X