Impregilo protagonista di Piazza Affari, che chiude in rialzo (+0,32%)

A
A
A
Avatar di Redazione 13 Gennaio 2010 | 17:30
Piazza Affari archivia la seduta in modesto progresso (+0,32%). Rimbalzi tecnici per Tenaris +4,45% ed Impregilo +2,60%.

Piazza Affari archivia la seduta in modesto progresso con l’indice Ftse Mib a 23.658 (+0,32%). Oggi rimbalzi tecnici per Tenaris +4,45% ed Impregilo +2,60%, entrambi reduci da recenti selloff. Dopo l’aggiudicazione di nuove commesse è proseguita la rivalutazione di Ansaldo Sts +2,26%.

Banche in chiaroscuro condizionate dal profit warning lanciato dal gruppo francese SocGen che ha annunciato una ”grandinata” di svalutazioni. Hanno ceduto frazionalmente Unicredit -0,76% e Monte Paschi di Siena -0,46%. Mentre Intesa Sanpaolo chiude in frazionale rialzo (+0,95)

Sempre tra i bancari, in battuta Bpm +1,80% e Ubi +1,55%, su entrambi i titoli Deutsche Bank ha alzato il target price.

 

Dal lato dei ribassi, debole Bulgari -1,57% e il comparto assicurativo ad eccezione di Generali +0,53%. Invariata Telecom su cui Abn Amro ha ridotto la raccomandazione da Hold a Sell.

Realizzi dopo il balzo di ieri su Fon-Sai (-0,79%). Le indiscrezioni su una possibile cessione della compagnia alla francese Axa sono state smentite e comunque erano considerate anche ieri poco credibili dal mercato. Negativa anche la controllata Milano Assicurazioni. 

Per Impregilo (+2,6%) dopo la conferma che la società sta studiando le condizioni di mercato per l’eventuale quotazione in Brasile della società autostradale Primav Ecorodovias. Mentre il balzo di è dovuto principalmente a un report di Ubs che ha alzato il prezzo obiettivo a 52 dollari da 45 dollari, confermando il “buy”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Due candeline per Finer

Finer Finance Explore, think tank fondato da Nicola Ronchetti (nella foto), ha festeggiato il suo se ...

Dazi, la Cina risponde svalutando lo yuan

Un crollo che non si vedeva dal 2008 quello della valuta cinese. Un tracollo spiega la Banca central ...

UBP lancia la strategia UBAM per potenziare l’offerta negli investimenti azionari

Union Bancaire Privée (UBP) ha annunciato oggi di avere arricchito la sua gamma di prodotti azionar ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X