La Cina vuole quotare gli stranieri

A
A
A
di Redazione 14 Gennaio 2010 | 11:45
La Cina sta valutando la possibilità di aprire la propria borsa ad alcune società straniere.

Nuovo passo in avanti per la Cina. L’autorità di mercato cinese sta studiando come permettere alle società straniere di quotarsi sul mercato nazionale, mentre punta a incoraggiare la quotazione all’estero di qualificate società cinesi.

 
Lo si legge in China Securities Regulatory Commission, che oggi dovrebbe riunire i suoi componenti per preparare i piani dell’anno.
 
Intanto l’autorità ha anche preannunciato che stenderà una nuova regolamentazione per consentire a fondi e Qfii (Qualified foreign istitutional investors) di partecipare al mercato degli indici sui derivati azionari e ha confermato che intende incentivare lo sviluppo del mercato obbligazionario.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X