Usa, otre 440 mila i jobless claim

A
A
A
di Redazione 14 Gennaio 2010 | 15:00
Incremento oltre le stime delle richieste di sussidio da parte dello Stato in Usa. Il mercato del lavoro è fragile, ma il numero di persone che ricevono assegni è in calo.

Sono salite a quota 444.000 le nuove richieste di sussidi per i disoccupati negli Stati Uniti, segnalando una situazione in peggioramento nel mercato del lavoro.
L’aumento si è verificato nelle settimana conclusasi il 9 gennaio e, considerando comunque che le richieste di indennità si sono mantenute sotto la soglia delle 500 mila, il numero dei disoccupati ha raggiunto dimensioni che si possono definire gargantuesche.

I dati pervenuti, infatti, sono peggiori rispetto alle aspettative del mercato, sottolineando come il settore lavorativo sia ancora molto debole e abbia bisogno di tempo per rafforzarsi. Questo non può non influire sulle condizioni dell’economia generale e sulla ripresa.

Il consensus degli analisti si aggirava intorno a livelli più bassi, con un prospetto di sussidi di disoccupazione che coinvolgeva circa 437 mila unità, previsione influenzata anche dal valore di 433 mila registrato la settimana precedente.
Poi il Dipartimento del Lavoro Usa ha comunicato la cifra, rivelando l’incremento inatteso. Nonostante l’aumento delle richieste, le persone che continuano a ricevere assegni di sussidio sono scese da 4.807 milioni a livello 4.596 milioni.
Anche in questo caso le attese sono state superate, ma questa volta è un bene che la stima fosse più contenuta e si aggirasse intorno a 4.750 milioni di persone sotto sussidio.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Usa: ecco perchè la disoccupazione può anche non tornare ai livelli pre-pandemici

Etf: al via il primo prodotto sul Bitcoin negli Usa

Mercati, Usa: conti bancari sotto esame Irs. L’alternativa Bitcoin

NEWSLETTER
Iscriviti
X