La stagione delle trimestrali entra nel vivo

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 28 Aprile 2020 | 10:00

“Abbiamo forse la settimana più importante dell’attuale stagione delle trimestrali, al termine della quale potremo forse cominciare a fare due conti”. L’avvertimento arriva da Giuseppe Sersale, strategist di Anthilia Capital Partners Sgr, che di seguito spiega nel dettaglio la propria view.

Riportano 173 aziende dell’S&P 500 tra cui le big 5 (Google, Microsoft e Facebook, Apple e Amazon) e altri nomi di rilievo come Caterpillar, Ford, GE, Tesla, Exon. In Europa avremo 95 nomi dello Stoxx 600, tra cui UBS, Santander, Volkswagen, Daimler, Barclays, Shell. Considerando la forza recentemente dimostrata dagli unicorni USA, capire se le cose gli sono andate davvero così bene sarà importante. Tra l’altro, il report di flussi e positioning di Deutsche Bank mostra chiaramente la preferenza in termini di flussi degli investitori nei confronti del settore tecnologico, per nulla intaccata dallo storno. Se ne deduce che il mercato è enormemente positivo, e abbondantemente posizionato su questi nomi.

La reazione alle trimestrali ci dirà quanto è radicato, e quindi vulnerabile, questo consenso. Tra gli altri settori, comprensibile l’entusiasmo per il settore Healthcare, meno quello per energy, chiaramente dettato da una ricerca di valore per il momento non coronata dal successo. Si fa notare la fuga dal settore bancario.

Che dire di questa resilienza dell’azionario globale di fronte a un quadro macro opaco ma senza dubbio pesante, un’ earning season che mostra al momento un calo del 17% e una sorpresa negativa media del 5% per gli EPS, ed abbondanza di incognite?

Sicuramente l’aria di fase 2 è un fattore positivo, e l’enorme ammontare di stimolo monetario erogato dalle banche centrali pure. Anche lo stimolo fiscale pesa molto, anche se si registrano difficoltà di erogazione e non solo in Italia (apparentemente il primo pacchetto USA per gli small businesses, denominato “paycheck protection” perchè ha come condizione di conservare i dipendenti, è andato esaurito avendo erogato 320 bln di fondi al 5/6% degli oltre 30 milioni di small businesses. Nel week end Trump ha destinato altri 380 bln, a quanto pare già sotto pressione .

La verità è che, come si nota dalla price action, il rally è recentemente alimentato da ricoperture furiose di chi inizia a dubitare che vi saranno livelli migliori di entrata.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation: Europa in pole position dopo le trimestrali

Mercati, Wall St. nervosa in vista della Fed e delle trimestrali

Investimenti: Borse ancora al top, ma attenzione alle trimestrali

NEWSLETTER
Iscriviti
X