Pioggia di vendite sui bancari. Effetto Obama su Milano ed Europa

A
A
A
di Redazione 21 Gennaio 2010 | 18:22
I buoni risultati di Goldman Sachs non riescono a trainare Wall Street. In Europa e a Piazza Affari domina il segno meno con Milano a -1,08%.

Chiusura di seduta negativa a Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha terminato la giornata in flessione dell’1,08% a 22.876 punti mentre il Ftse IT All Share ha ceduto l’1,03% a 23.340 punti. La giornata ha risentito soprattutto della vendite sui titoli bancari.

 

Sul comparto ha pesato soprattutto la poca attenzione ai risultati di Goldman Sachs migliori delle attese e alla reazione di Wall Street ai provvedimenti annunciati dal presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, per limitare i rischi adottati dagli istituti finanziari. 

 

A Milano in particolare perdono terreno Banca Popolare di Milano (- 4,52%), Mediobanca (-2,34%), Banco Popolare (-2,14%), BMPS (-1,68%), Ubi Banca (-1,64%), Intesa SanPaolo (-1,49%). Da segnalare anche Fiat (-3,46%) appesantita dal downgrade di JP Morgan, e i titoli delle costruzioni come Impregilo (-2,24%), Buzzi (-1,97%) e Italcementi (-1,84%).

 

Chiusure in netto ribasso anche per le piazze del Vecchio Continente influenzate dal calo di Wall Street. In calo Londra (-1,58%), Francoforte (-1,79%), Parigi (-1,70%), Amsterdam (-1,23%) e Zurigo (-0,12%). Giù anche Madrid (-2,26%). 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X