Petrolio e petroliferi, le indicazioni dopo il report mensile dell’Iea

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 15 Maggio 2020 | 12:00

Ieri l’International Energy Agency (Iea) ha pubblicato il suo rapporto mensile sul mercato petrolifero. Ecco di seguito i messaggi chiave che emergono dal report:

  • La domanda di petrolio è ancora prevista per un calo record nel 2020, ma sono migliorate le previsioni per una diminuzione di 8,6 mn di barili al giorno (bpd) rispetto alla stima precedente di -9.3 mln grazie alle riaperture in corso.
  • L’offerta dovrebbe scendere di 12 mln al mese di maggio a 88 mln, poiché l’accordo OPEC+ entrerà in vigore insieme al taglio di altri paesi produttori. Tuttavia, il direttore della IEA ha affermato che i maggiori tagli annunciati non sarebbero probabilmente sufficienti per bilanciare il mercato petrolifero.
  • Raffinazione: nel secondo trimestre è prevista una diminuzione dell’attività di 13,4 mln di barili al giorno, con una produzione media del 2020 in calo di (solo) 6,2 mln.

Conclusione: la produzione di petrolio, secondo gli analisti di Equita, sta reagendo in modo significativo al calo di domanda e l’attività economica sta iniziando una ripresa graduale ma fragile. Tuttavia, permangono serie incertezze: “questa è infatti la prima revisione positiva sul lato domanda che è in qualche modo incoraggiante insieme ai messaggi provenienti dall’offerta che sono stati più aperti a tagli più profondi (Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Kuwait, Russia) nonostante l’Iraq non sia riuscito a raggiungere la quota di cartello”, spiegano da Equita.

In quest’ottica, Equita si aspetta un intervallo di 30-35 dollari per barile in riferimentro al Brent a breve termine con un maggiore potenziale di recupero dei prezzi nel quarto trimestre.

Nel settore petrolifero Equita indica attraenti le compagnie petrolifere integrate come Eni e Galp in quanto sono più resistenti alla fase prolungata della debolezza degli idrocarburi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: petrolio in fiamme

Mercati: il petrolio Brent sui livelli del 2018. I prossimi target e gli Etc

Mercati, petrolio ancora in rally. Le ragioni dei rialzi e gli Etc a Piazza Affari

NEWSLETTER
Iscriviti
X