Eni, accordo con l’Antitrust europea

A
A
A
di Redazione 4 Febbraio 2010 | 16:27
Raggiunto l’accordo con l’Unione Europea. Ma la scelta della società guidata da Paolo Scaroni è dolorosa, anche se…

La cessione da parte di Eni delle partecipazioni nei gasdotti Tag, Tnp e Transitgas ‘e’ una scelta dolorosa per Eni’. Cosi’ Paolo Scaroni.dopo le dismissioni concordate con l’Antitrust dell’Unione europea. ‘Ma – ha aggiunto il numero uno di Eni – questa decisione non tocca il cuore della nostra strategia sul mercato del gas”.

L’a.d. ha rassicurato che Eni continuerà “ad essere leader sul mercato europeo. Il gruppo non interrompera’ la sua attivita’ in Iran’.

Anzi, Scaroni promette che Eni onorerà “i due contratti gia’ firmati nel 2000 e nel 2001, perche’ gli impegni vanno rispettati. Non faremo pero’ nuovi contratti’. 

Intanto così come sottolinea il settimanale SOLDI, oggi in edicola, Scaroni ha fatto pace con Knight e si avvia verso la separazione light. Lo scorporo prevede che la major, alla prese con la riduzione dei margini e un forte indebitamento, possa effettuare lo spin-off dei gasdotti internazionali e i business regolati raggruppati nell’area Gas& POwer facente capo a Snam Rete Gas per collocarli sul mercato. 

Continua su…

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Petrolio, le previsioni sul prossimo meeting Opec

Ftse Mib, quota 24.000 non è una chimera. Cinque big cap sotto la lente

Eni allunga il passo in scia al petrolio. I prossimi obiettivi tecnici

NEWSLETTER
Iscriviti
X