Le banche trainano il rialzo di Piazza Affari

A
A
A
di Redazione 10 Febbraio 2010 | 14:45
Il possibile salvataggio della Grecia dà fiducia agli operatori, che tornano a puntare sui titoli bancari. Intesa sale del 3,7%. Secondo indiscrezioni la quotazione della controllata Banca Fideuram non avrà luogo nel primo semestre.

Giornata positiva per Piazza Affari, spinta dalla ritrovata fiducia degli operatori su di un possibile salvataggio della Grecia da parte dell’Unione Europea. Alle 15.00 l’indice Ftse Mib saliva del 2,38%, seguito dall’Italia All Share in rialzo del 2,27%.

A beneficiare del rialzo è il comparto bancario, trainato da Intesa Sanpaolo (+3,7%) e Popolare Milano (+3,51%). Banco Popolare sale del 3,36%, immediatamente seguita da Unicredit (+3,34%), mentre Mediolanum archivia un rialzo del 2,56%. 

Intesa Sanpaolo avrebbe rinviato la quotazione della controllata Banca Fideuram, che secondo indiscrezioni non avrà luogo prima dell’estate. “Non ci sono più i tempi tecnici per chiudere l’operazione entro il primo semestre”, ha detto un consigliere di sorveglianza ai margini degli incontri che si sono tenuti ieri per dare il via libera alle nuove nomine (Marco Morelli come dg e responsabile della banca dei territori e Gaetano Micciché come dg vicario), aggiungendo che della questione non se ne è parlato durante i consigli.

Quanto a Unicredit, nel corso di un’intervista rilasciata al Financial Times, l’amministratore delegato Alessandro Profumo ha dichiarato che per l’istituto esistono importanti opportunità di crescita, precisando che ciò non avverrà per via straordinaria, tramite fusione o acquisizione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X