Fiat, Marchionne plaude al Governo

A
A
A
di Redazione 10 Febbraio 2010 | 16:39
L’amministratore delegato di Fiat precisa di condividere la scelta del Governo. E in merito a Termini Imerese afferma che…

Condividiamo la scelta del Governo sugli incentivi e le ragioni per cui e’ stata fatta’. Cosi’ l’ad Fiat Sergio Marchionne. Senza incentivi, ha stimato, il mercato italiano auto 2010 vedra’ ‘350mila vetture in meno’. Marchionne e’ arrivato alla cerimonia per il Premio speciale Andrea Pininfarina promosso da Confindustria in occasione del Centenario assieme all’Unione Industriali.

In merito invece a  Termini Imerese ha dichiarato ‘stiamo lavorando con tutte le istituzioni per trovare una soluzione. Non abbiamo chiuso la porta a nessuno ma non ho visto niente’ a livello di offerta.

 

 

Sugli incentivi ‘accetto quello che ha detto il ministro – ha aggiunto Marchionne – guardiamo al futuro, lavoriamo sul mercato, andiamo fuori dall’Italia e stiamo lavorando dappertutto’. Nessuna polemica con il ministro per le Attivita’ Produttive, Claudio Scajola: ‘affatto’ ha sottolineato il manager. Alla domanda se domani andra’ in Russia per siglare una joint venture con il gruppo russo Sollers, Marchionne si e’ limitato a dire: ‘Non ho niente da dire, aspettiamo la comunicazione ufficiale’.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fiat, faro della Consob sul rally in Borsa

I cinesi puntano al gruppo Fiat. E in Borsa il titolo vola

Auto italiane, Fiat resta il marchio più richiesto sul web

NEWSLETTER
Iscriviti
X