Titolo da monitorare -Tenaris

A
A
A
di Redazione 15 Febbraio 2010 | 08:30
Il 2009 è stato un anno difficile per l’industria siderurgica, caratterizzato da una forte contrazione della domanda nei paesi occidentali. Il presidente e ceo di Tenaris, Paolo Rocca, ha quantificato l’effetto dell’indebolimento del settore in una riduzione del 30% dei ricavi del Gruppo.

Da quanto emerso in un’intervista pubblicata su un importante quotidiano nazionale, il 2009 è stato un anno difficile per l’industria siderurgica, caratterizzato da una forte contrazione della domanda nei paesi occidentali. Il presidente e ceo di Tenaris, Paolo Rocca, ha quantificato l’effetto dell’indebolimento del settore in una riduzione del 30% dei ricavi del Gruppo. D’altro canto i margini sono stati salvaguardati e Tenaris ha i numeri per poter “cogliere appieno le opportunità che si creeranno quando il mercato riprenderà forza”. Un punto di forza che il Gruppo potrà sfruttare nel nuovo anno è quello di essersi concentrato sul settore dell’energia dove è diventato leader mondiale nel segmento dei tubi per l’industria petrolifera. Infatti, sulla base delle indicazioni di Rocca, “il 2010 si delinea ancora complesso in molte aree geografiche e su molti business, in particolare quelli connessi all’industria, mentre quelli indirizzati all’energia, hanno già iniziato a manifestare sintomi di ripresa”. Sebbene le notizie sul fronte corporate abbiano indebolito il trend di breve periodo delle quotazioni di Tenaris, la loro impostazione di medio termine rimane positiva. Anche la forza relativa rispetto all’indice di riferimento, in costante crescita dallo scorso settembre, non ha accusato contraccolpi. I prezzi possono contare sul supporto posto a 15 euro ma la prosecuzione del movimento toro deve fare i conti con l’area resistenziale posta a 16,5 euro, già testata senza successo tre volte da inizio anno. Al di là di questa barriera, la strada per raggiungere il target dei 19 euro avrebbe come ostacolo più significativo il superamento dei 17 euro. Suggeriamo perciò di attendere questo segnale di forza prima di assumere una posizione lunga sul titolo. 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X