Lindsay, la prescelta

A
A
A
di Redazione 15 Febbraio 2010 | 12:00
L’attrice Lohan ingaggiata per il ballo dell’Opera di Vienna

di Diana Bin

Ogni anno il miliardario austriaco Richard Lugner, proprietario di numerosi centri commerciali, ingaggia una bellezza dello showbiz perché firmi autografi e lo accompagni al ballo dell’Opera di Vienna: il cachet corrisposto per il “disturbo” è di circa 150.000 dollari. Dal 1991 ad oggi, il 77enne Lugner, che ha tre figli e quattro divorzi alle spalle, ha avuto al suo fianco celebrità come Pamela Anderson, Paris Hilton, Sophia Loren, Raquel Welch, Andie MacDowell e Dita Von Teese.
Ma nessuna di loro è stata esigente quanto l’accompagnatrice prescelta per quest’anno: Lindsay Lohan.
L’attrice americana, soprannominata dai media austriaci “la principessa Disney caduta in digrazia”, ha accettato l’invito di Lugner l’11 febbraio, ma i suoi manager hanno posto delle condizioni precise: niente champagne, niente open bar e niente alcol di qualsiasi tipo per Lindsay.
“I suoi manager ci hanno detto di assicurarci che non beva niente”, ha spiegato il miliardario.
“Abbiamo preso accordi per togliere tutti i liquori dal minibar della sua camera d’albergo e abbiamo detto a chi si occupa del servizio in camera di non darle alcolici”.
E per essere certi che Lindsay si comporti bene durante la serata di gala a cui parteciperanno circa 2.000 membri dell’alta società viennese, Lugner ha promesso che “anche noi berremo solo acqua minerale per evitare problemi di ogni tipo”.
Forse per lui sarebbe stato più semplice optare per la sua seconda candidata, Lady Gaga.
L’accordo prevede anche che Lohan partecipi ad una conferenza stampa insieme al miliardario il giorno prima del ballo e che firmi autografi nel suo centro commerciale, noto come “Lugner City”. Lindsay andrà al ballo insieme a Lugner, alla sua attuale fidanzata ventenne Anastasia Sokol, a sua figlia Jacqueline di 16 anni e al di lei fidanzato, il 25enne Helmut Werner.
“È stata mia figlia a scegliere Lindsay, e ha scelto lei le accompagnatrici anche negli ultimi tre anni, perché è più informata su chi sono i personaggi più gettonati del momento. Io sono un uomo d’affari, non mi intendo di queste cose”, ha detto il miliardario.
Lugner è molto criticato in Austria per aver reso il ballo una specie di circo mediatico con le sue escort pagate.
“Certe volte con le mie ospiti – ha ammesso – ballare diventa impossibile perché vengono letteralmente assediate dai giornalsti”.
È dal 1991 che Lugner si presenta al ballo dell’Opera in compagnia di una giovane bella, famosa e… pagata.
Nel 1999 la fondatrice del ballo dell’Opera di Vienna, l’allora 90enne contessa Christl Schoenfelt, ha accusato Lugner di aver diminuito con le sue abitudini il prestigio dell’evento, mentre altri sostengono che il miliardario abbia apportato al ballo un “fattore Lewinsky”.
L’articolo completo lo puoi trovare su Soldi,
in edicola in questi giorni

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Trader o psicopatico? Il confine è sempre più labile

Un Natale di lusso

A un italiano il primo Apple della storia

NEWSLETTER
Iscriviti
X