Fed più ottimista sulla crescita Usa

A
A
A
di Redazione 18 Febbraio 2010 | 08:10
Il presidente americana difende il piano da 787 miliardi che ha evitato la catastrofe. E anche la FED rivede al rialzo le stime di crescita che per il 2010 dovrebbero…

La banca centrale americana ha rivisto al rialzo dal 3 al 3,2% le stime per il 2010 e si dice più ottimista sulla crescita dell’economia, favorito anche dal piano anti-crisi del presidente Obama che nella giornata di ieri lo ha difeso a spada tratta.

In particolare il presidente ha sottolineato, nel giorno del primo anniversario del varo del pacchetto anti-crisi che il “piano di stimolo non è stata una decisione politica facile da prendere” ma “non agire avrebbe portato a una catastrofe”. Inoltre Barack Obama, ha precisato che “grazie al piano di stimolo, una nuova depressione non è più una possibilità”. 

 

Il piano di stimolo da 787 miliardi per il presidente “sta funzionando”: senza quello oltre 2 milioni di americani in più sarebbero senza lavoro. Inoltre il presidente si è impegnato a “fare tutto il possibile” perché l’economia ritorni a girare. 

 

Intanto anche la Fed si dice ottimista in merito alle prospettive dell’economia americana. Nella giornata di ieri l’istituto guidato da Ben Bernanke ha rivisto al rialzo le stime di crescita per il 2010, quando il PIL dovrebbe salire del 3,2% contro il 3% previsto a novembre.  

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti