Cambio euro dollaro sopra quota 1,14: scopriamo insieme le ragioni

A
A
A
di Finanza Operativa 21 Luglio 2020 | 10:07

Sta attraversando un momento particolare positivo, con un trend al rialzo: stiamo facendo riferimento al cambio euro dollaro. Tutto merito, a quanto pare della rinnovata convinzione di ottimismo che si sta diffondendo sul mercato.

Sembra che a indirizzare il trend sia stata la diffusione delle varie notizie che riguardano i passi in avanti importanti che sono stati fatti nella realizzazione di un vaccino per fermare la diffusione del Coronavirus. È chiaro che il cambio euro dollaro sta risentendo in maniera molto positiva dalle notizie che sono arrivate dal marchio a stelle e strisce Moderna: si tratta della prima società al mondo che ha raggiunto l’ultima fase dei vari test clinici.

Un ottimismo che si è diffuso praticamente in maniera immediata: proprio nel momento in cui il cambio euro dollaro ha preso quota, ecco che il trend positivo si è riversato anche sulle principali Borse europee.

Lo scenario attuale

Una situazione che sicuramente interesserà da molto vicino tutti coloro che hanno intenzione di investire sul cambio EUR/USD attraverso le varie piattaforme presenti online, dato che la quotazione che viene tenuta maggiormente sotto controllo da parte di tutti gli addetti ai lavori, sul mercato delle valute ovviamente, è riuscita a superare la soglia di 1,14. Tutto merito, come detto, della notizia ufficiale diffusa da Moderna.

Un sentiment che ha fatto grandi notevoli progressi, con un interesse, invece, rispetto al dollaro americano che punta progressivamente verso il basso. Infatti, il dollaro index si è riportato sui suoi minimi negli ultimi quattro mesi.

Un’ottima notizia, intanto, per il cambio euro dollaro, che è stato in grado finalmente di riprendere quota e di tornare sui livelli su cui viaggiava nei primi giorni del mese di marzo, esattamente il momento in cui poi è scoppiata l’emergenza sanitaria legata al Covid-19, che ha cominciato a colpire con intensità devastante l’intero continente europeo.

Gli effetti del Recovery Fund sul cambio euro dollaro

C’è da monitorare di continuo la situazione, però, visto che i giorni a venire saranno piuttosto importanti proprio in riferimento alla quotazione dell’EUR/USD. A fare la differenza potrà essere sicuramente il raggiungimento di un’intesa a livello europeo per quanto riguarda il Recovery Fund, che fino ad ora ha generato solamente polemiche, ma non ha mai visto nemmeno lontanamente una bozza d’accordo. Se si dovesse trovare un compromesso, ma le posizioni in campo sono veramente lontane, ecco che anche il cambio eur/usd verrebbe influenzato.

Proseguono le trattative per il Recovery Fund, ma le scintille tra i vari protagonisti non stanno affatto mancando. Stando comunque a quanto riportato da vari analisti, il rialzo che ha fatto segnare il cambio euro dollaro potrebbe essere un bel segnale di come il cross eur/usd potrebbe anche superare la soglia di 1,14.

Le basi per un ulteriore rialzo ci sono, ma è chiaro come tutto dipenda dall’intesa che verrà trovata in riferimento al Recovery Fund, anche se il trend sembra decisamente stabile. Ad ogni modo, anche gli addetti ai lavori si trovano in difficoltà nel riuscire a mettere a punto delle previsioni precise, vista la tensione che aleggia tra i leader dell’Unione Europea.

Ad esempio, il premier olandese Rutte, uno di quelli che tiene la posizione maggiormente rigorosa dal punto di vista della concessione degli aiuti, ha messo in evidenza come le chance di stringere un’intesa non arrivano ancora nemmeno al 50%. Il lavoro da fare è veramente tanto e, secondo l’Olanda, nessun finanziamento dovrebbe essere erogato a tutti quei Paesi che sono stati maggiormente colpiti da parte del Coronavirus, senza delle certezze che ci saranno delle riforme ben determinate in cambio. Un do ut des che fa inevitabilmente discutere e mette agitazione sui mercati azionari.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Economia, dal secondo trimestre crescita forte ma irregolare tra le regioni

Giannini (Tradingfacile): “Azioni, ora è meglio comprare le discese piuttosto che vendere le salite”

Euro-dollaro, aria di volatilità. Ma il trend a lungo termine è favorevole alla moneta europea

NEWSLETTER
Iscriviti
X