Superdollaro senza ostacoli

A
A
A
Avatar di Redazione 24 Febbraio 2010 | 11:30
Il biglietto verde continua a manifestare forza nei confronti di quasi tutte le valute

di Gianluigi Cesano

Ancora in forte sofferenza le quotazioni del cross euro/dollaro; ribadiamo come a penalizzare il cambio in questione continuino ad essere una serie di fattori tra cui possiamo citare la crisi dei Paesi periferici dell’Area Euro, la sopravvalutazione rispetto al dollaro, la debolezza della crescita economica messa in mostra dagli ultimi dati del Pil europeo e l’incremento del differenziale di rendimento prospettico del dollaro. E’ estremamente probabile che tutti questi elementi continuino ad avere peso nel medio termine sul cross in questione, continuando a penalizzarne l’andamento; un ritorno in area 1,40 non metterebbe in crisi il trend negativo di medio periodo e solo sopra 1,46 (evento per ora improbabile) potrebbe delinearsi un ritorno alla positività. Graficamente risulta molto interessante il cambio dollaro/rand sudafricani che sopra 7,9 comincerebbe a fornire le prime serie indicazioni di ripresa di medio termine dopo un periodo di lateralità che dura da qualche mese; vi sarebbero spazi per allunghi fino in area 8,4 prima e 9,1 in seguito (obiettivi di medio periodo). Sembra sul punto di ripartire anche il cross dollaro/real brasiliani, con decise conferme sopra 1,905, mentre continua a risultare debole la sterlina nei confronti del dollaro; per quest’ultimo cross continuano ad essere validi i primi approdi in area 1,51/1,52.
L’articolo completo lo puoi trovare su Soldi,
in edicola in questi giorni

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Forex, Euro Index in altalena prima di nuovo forte movimento direzionale

Il punto tecnico sul mercato Forex di Giovanni Maiani

Guala Closures, l’effetto cambi affossa i conti del 1° trimestre. L’analisi di Market Insight

NEWSLETTER
Iscriviti
X