L’S&P 500 aggiorna il top. Meglio puntare ora sul Dow Jones dopo l’aggiornamento del paniere?

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 25 Agosto 2020 | 10:30

Ieri l’indice S&P 500 ha aggiornato il massimo storico a 3.432 punti confermando così il sorpasso della resistenza statica originatasi lo scorso febbraio poco al di sotto della soglia a quota 3.400. A Wall Street invece il Dow Jones Industrial fatica a tenere il passo, complice la mancanza di titoli tecnologici nel paniere che la stanno invece facendo da padrone nell’S&P 500 e nel Nasdaq (Composite e 100).

Sebbene infatti abbiano oltrepassato la resistenza di breve termine in area 28.000, il Dow dista ancora 1.260 punti (ovvero il 4,45%) dal top dello scorso febbraio.

Meglio quindi puntare ancora su allungo dell’S&P 500 oppure investire sulla rincorsa del Dow Jones Industrial?

Una risposta certa, ovviamente, non c’è. Di certo (o quasi) c’è però il fatto che in caso di brusca correzione il Dow, statisticamente, beneficia di una volatilità inferiore rispetto a quella dell’S&P 500, rappresentata dall’indice Vix. In altri termini, storicamente, il Dow è più difensivo. E ora sarà anche più performante con l’entrata nel paniere di Salesforce, Amgen e Honeywell al posto di Exxon Mobil, Pfizer e Raytheon.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: colpo di reni per l’oro. I prossimi target e gli Etc a Piazza Affari

Svizzera: disoccupazione in calo e Borsa in rialzo. Gli Etf sullo Smi

Ftse Mib ancora in un trading range. Cosa aspettarsi

NEWSLETTER
Iscriviti
X