Covid, proposta shock in Svizzera: tassare di più le imprese che hanno guadagnato durante la crisi

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 31 Agosto 2020 | 10:30

Altro che aiuti economici a cascata e per tutti contro la crisi innescata dal Coronavirus. Dalla Svizzera, ed esattamente dal direttore del Centro di studi congiunturali (KOF) del Politecnico federale di Zurigo Jan-Egbert Sturm, arriva una proposta shock: le imprese che hanno registrato ingenti utili durante la crisi più acuta della pandemia dovrebbero essere soggette a un’imposta supplementare.

Nel dettaglio, secondo quanto riportato dal sito web della Rsi, a detta di Sturm, ci sono società “che nella crisi hanno guadagnato come mai prima d’ora”. Il direttore del KOF, che dirige anche il gruppo di esperti economici della taskforce nazionale Covid-19, si riferisce a taluni dettaglianti alimentari, negozi online e case farmaceutiche.

A suo avviso, le somme così raccolte tra i “vincitori della crisi” potrebbero essere utilizzate per aiutare i “perdenti”. Tale redistribuzione è giustificata, aggiunge Sturm, poiché è stato il caso a decidere quali società avrebbero realizzato utili più elevati durante la pandemia.

Dal canto loro organizzatori di eventi, agenzie di viaggio, società attive nella gastronomia e nel settore alberghiero hanno subìto le conseguenze della crisi senza esserne colpevoli. Lo Stato non ha potuto impedire che posti di lavoro siano soppressi in tali settori.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti: il Covid non ha piegato il bull market secolare

Investimenti: ecco cosa ci ha insegnato la pandemia

Ripartire dopo il Covid, i consigli del consulente fee only

NEWSLETTER
Iscriviti
X