Debito Italia +129 miliardi in 4 mesi, Pil 2020 rivisto al ribasso a -8,2%

A
A
A
Avatar di Stefano Fossati 4 Settembre 2020 | 12:00

A cura di Mazziero Research

Ben 129 miliardi: questo il maggior debito accumulato in solo 4 mesi; secondo le ultime stime Mazziero Research il debito aumenterebbe a 2.560 miliardi a luglio con una proiezione a fine anno tra 2.566 e 2.598 miliardi. La crescita dovrebbe essere ancora forte ad agosto, ma poi dovrebbe attenuarsi nei mesi successivi, grazie a una ripresa delle entrate fiscali.

Il grafico presenta con una linea rossa i dati ufficiali pubblicati da Banca d’Italia, e prosegue in grigio con i valori stimati dalla Mazziero Research. La tabella di affidabilità indica le differenze tra i valori ufficiali e le stime precedentemente fatte dalla Mazziero Research.

I dati ufficiali

Debito pubblico: 2.531 miliardi
Relativo a giugno 2020
Pubblicato il 14 agosto 2020

Stime Mazziero Research

La stima a luglio 2020
2.560 miliardi (forte aumento)
Intervallo confidenza al 95% compreso tra 2.554 e 2.566 miliardi
Il dato ufficiale verrà pubblicato il: 15 settembre 2020

La stima a dicembre 2020
Compreso tra 2.566 e 2.598 miliardi
Intervallo confidenza al 95%
Il dato ufficiale verrà pubblicato a metà febbraio 2021

Analisi, stime e un’ampia rassegna dei dati economici italiani sono disponibili nel 38° Osservatorio trimestrale dei dati economici italiani pubblicato il 20 maggio 2020. Il prossimo Osservatorio verrà pubblicato il 23 settembre.

Stima Pil

L’Istat ha rivisto al ribasso la stima del Pil del 1° e 2° trimestre portandola rispettivamente al 5,5 e 12,8%. Da parte nostra abbiamo rivisto sia le stime annuali del Pil sia quelle del 3° e 4° trimestre con variazioni che si mantengono comunque contenute.

Il 3° trimestre dovrebbe segnare un recupero tra +12 e +15% (dato calcolato +14,2%) mentre il progresso sarebbe più modesto nel 4° trimestre e compreso tra +1 e +4% (dato calcolato +2,5%). A livello annuale il Pil viene stimato tra -7 e -9% (dato calcolato -8,2% in calo rispetto al -8,0% precedente).

In merito a tali stime, occorre considerare che il forte aumento ipotizzato per il 3° trimestre non ha nulla di eclatante, ma è la semplice conseguenza di una ripresa, in qualche misura, delle attività che creano un evidente scostamento positivo rispetto ai forti cali avvenuti nella prima parte dell’anno.

L’entità della ripresa nella seconda metà dell’anno è fortemente soggetta al grado di miglioramento economico a livello globale e potrebbe essere annullata anche completamente nel caso di una recrudescenza dell’emergenza Covid.

Ratio

Considerando le stime relative al debito e alla variazione del Pil a fine anno, la Mazziero Research ha ricalcolato le stime dei rapporti debito/Pil e deficit/Pil.

Titoli di Stato in scadenza fino a metà 2021

Le scadenze di titoli di Stato appaiono piuttosto consistenti negli ultimi mesi dell’anno, ad eccezione di dicembre che finanziariamente ha meno giorni utili per il rinnovo delle emissioni. Abbastanza scarichi anche i mesi di gennaio e febbraio che quindi impegneranno meno nel rinnovo.

Spesa per interessi

Spesa lorda a giugno 2020: 32,1 miliardi.
Stima Mazziero Research spesa lorda a fine 2020: 65,6 miliardi.

Spesa netta 1° trimestre 2020: 12,5 miliardi.
Stima Mazziero Research spesa netta a fine 2020: 56,1 miliardi.


Nota esplicativa: per spesa per interessi lorda si intende l’esborso per interessi come risultante dal conto di cassa della Ragioneria Generale; per spesa per interessi netta si intende il conguaglio tra interessi attivi e passivi e riportato nelle statistiche ufficiali dell’Istat.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Pil, l’Italia crescerà del 4,7% nel 2021. Le stime Mazziero Research

Pil 2021 a +4,7%. Debito, ultimo calo poi la risalita. Le previsioni Mazziero Research

BlueBay: outlook positivo per il debito italiano ma serve stabilità politica

NEWSLETTER
Iscriviti
X