Wall St. in bilico tra nuovi contagi, dati macro e il caso Smic

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 8 Settembre 2020 | 12:00

Mentre negli Usa aumentano i casi registrati di coronavirus in 22 stati federali, tendenza preoccupante in un fine settimana festivo del Labor Day tradizionalmente pieno di riunioni di famiglia e feste per celebrare la fine dell’estate, e si registra una media di circa 1.000 nuovi decessi per Covid-19 ogni giorno, sui mercati finanziari l’attenzione è concentrata su quello che secondo le indiscrezioni potrebbe diventare un nuovo “caso Huawei e riguarda il gruppo Semiconductor Manufacturing International Corporation (Smic).

Il più grande produttore di semiconduttori cinese, infatti, sarebbe finito nel mirino dell’amministrazione Trump, che vorrebbe limitare le esportazioni.

Sul fronte dei dati macroeconomici arrivano tuttavia nel frattempo segnali incoraggianti dalle esportazioni in dollari dalla Cina, a testimonianza di una ripresa che continua a consolidarsi.

Negli States, per contro, convincono ben poco i rialzisti sull’azionario i dati relativi all’indice Nonfarm Payrolls, che misurano la variazione nel numero di salariati nel corso dell’ultimo mese per tutte le attività non agricole. Il risultato, nel dettaglio, è stato inferiore alle aspettative con una variazione negativa di 1.371mila rispetto a 1.400mila previsti. Valori che certo non favoriscono la ripresa dei principali listini americani, già fortemente colpiti nelle ultime due sedute e, di riflesso, potrebbero gravare anche sui listini del Vecchio Continente.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X