Banca del Sud lanciata da Tremonti

A
A
A

Oggi è stato presentato il comitato promotore della Banca del Mezzogiorno. Tremonti e Berlusconi promettono di essere i primi cittadini a fare un deposito al nuovo istituto, poi il premier conferma: lo Stato ha una quota minoritaria che sarà dimessa in 5 anni.

Avatar di Giacomo Berdini11 marzo 2010 | 12:00

Il ministero del Tesoro, in presenza del premier Silvio Berlusconi, ha presentato il comitato promotore della Banca del Mezzogiorno.
Come presidente è stato indicato Vito Lorenzo Dell’Erba, presidente della federazione Puglia e Basilicata delle Bcc, ma a questo organo sarà inoltre affiancato un tavolo di consultazione.

”La Banca del Sud deve stare sul territorio, non è una cosa metafisica”, ha commentato Giulio Tremonti motivando la scelta di Dell’Erba a ruolo di presidente, “deve stare dove ci sono le Pmi, e deve fare credito alle Pmi”, spiega, “Le grandi se la cavano da sole”.
“Il cammino inizia oggi, sarà una base sicura. Troppi bidoni sono stati dati al Mezzogiorno e noi vogliamo sia un impegno per le Pmi”, ha affermato il ministro dell’Economia, inquadrando l’iniziativa del governo per la creazione della Banca del Sud in un progetto volto ad agevolare la nascita di “nuove banche che entreranno in questo schema, le Bcc o nuove Bcc”.

La Banca del Sud sarà un istituto di secondo livello: “Il Sud non ha mai avuto una fiscalità di vantaggio”, ha detto Tremonti, “Il vero ruolo dello Stato”, ha sottolineato poi, “è dare l’idea. Naturalmente la Banca del Sud farà raccolta usando anche la rete delle Poste Spa”, ha concluso il ministro, “Se quei soldi, così raccolti vanno al Sud  l’aliquota è la più bassa: è il 5%”, ha detto promettendo che “Appena c’è uno sportello con il logo della Banca del Mezzogiorno, vado e faccio un deposito”.
Il Presidente del Consiglio, che ha presenziato alla conferenza, si è subito accodato alla proposta del ministro dell’Economia, “Sarò il secondo depositante dopo il ministro delle Finanze, Giulio Tremonti, come privato cittadino”, ha detto Silvio Berlusconi, affermando che la Banca del Sud riceverà “appoggio assoluto da parte del governo, che sarà vicino anche per quello che potrà fare in interventi di sburocratizzazione”, ha dichiarato Silvio Berlusconi.
“Tra le cose che noi abbiamo, come impegno dei nostri candidati, c’è quello della sburocratizzazione: siamo impegnati per consentire a un cittadino che voglia fare imprenditoria di mettere su la sua impresa in 24 ore”, ha poi aggiunto senza evitare di fare campagna elettorale anche in questa occasione.
“Il ruolo dello Stato è quello del promotore”, specifica Berlusconi, perché la Banca del Sud “non è un carrozzone pubblico, non sta in piedi con i soldi dei contribuenti, anzi nasce con i soldi dei partecipanti”, ha concluso il premier precisando che lo Stato “avrà una quota minoritaria che verrà dismessa entro cinque anni”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche, l’Italia è un modello virtuoso

BlackRock-Carige, niente nuovi esuberi

Fineco si gode private banking e indipendenza

Banche, la politica ammazza l’utile

Dossier reclutamento – Widiba

Dossier reclutamento – IWBank PI

Quando la consulenza è una questione morale

Dossier reclutamento: Allianz Bank FA

Mediolanum, consulenza caput mundi

Un tesoro chiamato IWBank

Oggi su BLUERATING NEWS: colpaccio Mediobanca, Fineco ottimista

Foti ai consulenti Fineco: non temete, nel 2019 guadagnerete di più

Banche Ue, le nuove norme affossano le pmi

Truffa diamanti, arriva il presidio davanti a Banco Bpm

Widiba, cresce la presenza nel Sud Italia

Widiba: la nuova ricetta della consulenza

Oggi su BLUERATING NEWS: rivoluzione BlackRock, allarmi incrociati

Scm Sim, la perdita triplica

Intesa Sanpaolo, le fondazioni calano gli assi

Consulenza, due contratti che sono due incubi

BlackRock-Varde, braccio di ferro per Carige

Unicredit, Allianz bussa alla porta

Intesa, pronta la lista per il cda

Sentenza Tercas-Popolare Bari: ora un cambio di rotta

Banche in crisi, UE con le spalle al muro

Credem al lavoro per l’innovazione aziendale

Fineco può crescere ancora

IWBank, tre gol per vincere il derby

Bancoposta? E’ il prodotto dell’anno

Bancari, nel nuovo contratto c’è lo stop alle pressioni commerciali

Mediolanum, cosa significa essere Wealth Advisor

Contratti bancari: più soldi, meno reperibilita’

UniCredit, così è cambiata (e cambierà) la rete

Ti può anche interessare

Doppia nomina tra i responsabili di Consob

Nuovi responsabili per la Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza e per la protezione dei D ...

Manovra, domani consiglio dei ministri ad alta tensione

Tensione alle stelle nella maggioranza ...

Gestito, Anima cerca un partner

Anima punta ad aumentare di dimensioni e, per farlo, getta un occhio all’estero. Ma ripensa anche ...