Segnali ribassisti sull’Euro/Dollaro dopo il meeting della Fed

A
A
A
di Gianluigi Raimondi 17 Settembre 2020 | 16:00

Terza candela giornaliera ribassista consecutiva per il cambio Euro/dollaro (Eur/Usd) all’indomani del meeting della Fed. Nel dettaglio l’Eur/Usd ha prima incrociato al ribasso a quota 1,80 la media mobile a 50 sedute violando in seguito a 1,1765 il supporto dinamico ascendente che da inizio agosto sosteneva il moderato uptrend di fondo dei corsi.

Un movimento che, complice l’acora ampia distanza degli indicatori tecnici dalla zona di ipervenduto, favorisce un ulteriore ritracciamento e quindi un nuovo rafforzamento del Biglietto Verde nei confronti della Moneta Unica.

I prossimi target tecnici dell’Euro/dollaro

Dal punto di vista operativo, al ribasso i prossimi obiettivi tecnici del cambio Eur/Usd sono individuabili prima a quota 1,1695 e, in seguito, a in zona 1,160. Per contro, se sarà superata la trendline discedente di breve periodo a quota 1,1840 si profilerebbe una ripresa con primi target in area 1,1920 prima e in zona 1,1965 poi.  G.R.

Il trend dell’Euro/Dollaro nel breve/medio periodo

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Ftse Mib di fronte a un bivio

Mercati: Fib e Dax al test delle medie mobili. Euro Stoxx 50 un passo avanti

Mercati, Nikkei al test di un supporto cruciale. Tutti gli Etf a Piazza Affari

NEWSLETTER
Iscriviti
X