Snam, oltre 6 miliardi d’investimenti

A
A
A
di Redazione 12 Marzo 2010 | 11:30
La società Rete Gas ha presentato il piano strategico che prevede 6,4 miliardi di investimenti, oltre ad un incremento dell’efficienza operativa e l’aumento dei dividendi.

Snam ha presentato alla comunità finanziaria il suo piano strategico che prevede 6,4 miliardi di investimenti, oltre che un miglioramento dell’efficienza operativa e un costante aumento dei dividendi.
Attraverso questo progetto Snam prevede di realizzare oltre 6 miliardi di investimenti nel periodo 2010-2013, di cui 1,4 miliardi nell’esercizio in corso.
Per quanto riguarda invece la remunerazione degli azionisti, Snam “intende perseguire una politica dei dividendi che per il triennio 2010-2012 prevede una crescita del dividendo per azione stimata pari al 4% annuo rispetto al livello del 2009”.

Carlo Malacarne, amministratore delegato della società ha dichiarato: “In un contesto regolatorio chiaro e stabile per i prossimi anni, Snam Rete Gas conferma la propria strategia incentrata sugli investimenti e sul perseguimento dell’efficienza come leve di creazione di valore e di crescita della Società nel medio e lungo periodo. Tale strategia si sostanzia nella realizzazione di un piano di investimenti consolidato di 6,4 miliardi di euro per il Conti d’oro/ Eni: utile netto 4,37 mld nel 2009. Scaroni distribuisce un dividendo di 1 euro periodo 2010-2013 e in un programma di efficienze che stimiamo raggiungere 80 milioni di euro l’anno nel 2012 in termini reali rispetto alla base costi del 2008”, ha affermato.
“La nostra capacità di creare valore, unitamente alla stabilità del nostro modello di business, si traduce in una politica dei dividendi che prevede l’impegno per un’attrattiva e sostenibile remunerazione dei nostri azionisti nel prossimo triennio”, ha concluso Malacarne.

Per quanto concerne il piano strategico, Snam Rete Gas conferma il proseguimento del programma di integrazione con Stogit e Italgas che si prevede consentirà di ottenere risparmi di costo di circa 40 milioni di euro nel 2010, che si vorrebbe raggiungessero gli 80 milioni di euro l’anno nel 2012 a parità di perimetro di business.
Per conseguire questi obiettivi, Snam nel 2009 ha portato a termine una riduzione di 27 milioni di euro dei costi fissi controllabili, attraverso l’implementazione progetti già individuati.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Snam: outlook positivo e raing EE- da Standard Ethics

Clean energy, Enel, Snam e l’idrogeno. L’analisi di Cecere (Inchcapital)

Rinnovabili, l’Ue alza al 55% il target sulla riduzione delle emissioni al 2030

NEWSLETTER
Iscriviti
X